in ,

Omicidio Fortuna Loffredo: il giallo della scarpetta scomparsa, parla vicina sospettata

Oggi 13 maggio Mimma Guardato, madre di Fortuna Loffredo, è stata ospite di Pomeriggio 5. La donna ha ricostruito quel tragico 24 giugno 2014, giorno in cui il presunto orco di Caivano, Raimondo Caputo, dopo averla violentata, scaraventò nel vuoto lanciandola dall’ottavo piano la sua bambina di appena 6 anni.

La giovane donna, che è madre di altri due figli di 11 e 5 anni, ha chiesto giustizia per la piccola Fortuna, asserendo ancora una volta di esser sempre stata certa che si fosse trattato di un omicidio e non di un tragico incidente. Tra i temi toccati durante la puntata il giallo della scarpetta scomparsa e mai ritrovata, che secondo gli inquirenti sarebbe stata fatta sparire dalla signora Rachele – nonché nonna dei due figli di Mimma, in quanto madre del suo ex compagno – che abita nello stesso piano del presunto assassino della povera Chicca, Raimondo Caputo, nel palazzo degli orrori a Caivano.

Interpellata in merito, la signora Rachele si è difesa con forza ai microfoni della trasmissione: “Io non so niente! La scarpetta non era qua e non c’è mai stata … sono tutte calunnie, mi vogliono inguaiare”. Mimma Guardato ha poi commentato così le parole della nonna dei suoi due figli: “Io non so più niente, ormai non mi fido più di nessuno. Ma una cosa è certa: chi ha fatto sparire la scarpetta di mia figlia per depistare le indagini deve pagare”.

 

Udinese Rosa completa e Numeri di Maglia

Udinese – Carpi: probabili formazioni e ultime news, 38a giornata Serie A

50 sfumature maestra libro

50 sfumature e Maestra: Lisa Hilton al mare non fa vergognare