in ,

Omicidio Garlasco: le lacrime di Alberto Stasi dopo la sentenza: “Non è giusto”

Si è costituito sua sponte dopo avere appreso la sentenza della Corte di Cassazione, Alberto Stasi, condannato in via definitiva a 16 anni di reclusione perché riconosciuto colpevole dell’omicidio della fidanzata Chiara Poggi. Zaino in spalla si è presentato accompagnato dalla madre Elisabetta nel carcere milanese di Bollate, dove ora è recluso. Nemmeno una parola dopo il pronunciamento dei giudici della Suprema Corte, solo lacrime e sgomento per il 32enne, che chi gli sta accanto ha descritto come “annientato” da una condanna che lui ha definito “ingiusta”.

“Quando è arrivato sembrava molto provato ma tutto sommato era tranquillo”ha fatto sapere il direttore del penitenziario, Massimo Parisi – “Ha avuto un colloquio con il nostro responsabile educativo e divide la cella con altri due detenuti”.

Durissime le parole di Fabio Giarda, avvocato di Stasi, che parla addirittura di sentenza “allucinante” e “illogica”: “A chiunque abbia in qualunque modo contribuito allo scempio che è accaduto dico solo una cosa: avete privato della libertà un innocente, ma sappiate che non ci toglierete mai la libertà di gridarlo”.

Golden State Campioni NBA

Nba, Golden State sconfitta a Milwaukee: si ferma a 28 la serie di vittorie

festival sanremo 2016 news

Sanremo 2016: Giovanni Caccamo e Deborah Iurato insieme sul palco dell’Ariston