in ,

Omicidio Garlasco, news nuovo indagato: diffuso contenuto interrogatorio

Nuovo indagato omicidio Chiara Poggi: ecco il verbale dell’interrogatorio di Andrea Sempio

Andrea Sempio è il nuovo indagato nell’inchiesta bis sull’omicidio di Chiara Poggi. Il giovane, oggi commesso 28enne, all’epoca dei fatti (il 2007) era appena diciottenne e frequentava la villetta dei Poggi, dove Chiara è stata uccisa la mattina del 13 agosto, perché era un amico del fratello della vittima.

Sentito nell’immediatezza del delitto insieme ad altri conoscenti della ragazza uccisa in qualità di persona informata sui fatti, il ragazzo fornì un alibi agli inquirenti che apparì fondato. Un anno dopo, si recò sua sponte dai carabinieri per consegnare la ‘prova’ del fatto che il suo racconto fosse valido, benché gli inquirenti non avessero in un anno mai avuto necessità di risentirlo per chiarimenti: lo scontrino del parcheggio della sua auto, collocata alle ore 10:18 a Vigevano, dove si sarebbe recato per andare in libreria, poi trovata chiusa.

Ora il contenuto del suo interrogatorio è stato reso noto, è Il Giorno a pubblicarlo: “Conoscevo la Chiara in quanto frequentavo la sua abitazione. Escludo categoricamente di averla mai frequentata attesa la nostra differente età. Non abbiamo mai avuto amici in comune. Ribadisco che la stessa era da me conosciuta solo perché ero amico del fratello Marco”: queste le parole di Andrea Sempio messe a verbale il 4 ottobre del 2008.

Delitto Chiara Poggi: le tre telefonate sospette a casa della vittima fatte dall’indagato Andrea Sempio

Ormai è noto che Andrea Sempio è stato iscritto nel registro degli indagati dalla procura di Pavia perché, alla luce dell’esito di una perizia di parte eseguita da un consulente della difesa di Alberto Stasi (fidanzato di Chiara Poggi, condannato in via definitiva a 16 anni per l’omicidio), è risultato essere suo il Dna rinvenuto all’epoca delle indagini sotto le unghie della vittima. Non solo il profilo genetico: ora la magistratura vuole vederci chiaro in merito a tre telefonate fatte dall’indagato al numero fisso di casa Poggi poco prima che Chiara venisse uccisa, quando lui, Andrea Sempio, sarebbe stato a conoscenza del fatto che l’amico Marco Poggi non era in casa, perché partito in vacanza in Trentino insieme ai genitori.

Tre le telefonate ora al vaglio degli inquirenti: brevi chiamate di 10, 2 e 21 secondi che oggi non sembrano avere spiegazione logica, fatte il 4, il 7 e l’8 agosto nonostante il suo amico, nonché fratello di Chiara, il 5 agosto fosse partito in vacanza. L’indagato avrebbe giustificato così il fatto agli inquirenti: “Non ricordo il giorno in cui Marco mi diede tale notizia (di dover partire per le vacanza ndr). Sono sicuro che lo stesso non mi indicò la data precisa della sua partenza”.

Leggi anche: Omicidio Garlasco, news nuovo indagato: il giallo dello scontrino e delle 3 telefonate sospette

Per gli avvocati della famiglia Poggi l’unico responsabile del delitto, come sentenziato dalla Cassazione, è Alberto Stasi

Recita così il comunicato dei difensori della famiglia Poggi, Gian Luigi Tizzoni e Francesco Compagna: “Abbiamo depositato alla Procura di Pavia gli atti relativi al processo a carico di Alberto Stasi, sottolineando la totale infondatezza di qualsivoglia ipotesi volta a prospettare delle responsabilità di terzi nell’omicidio di Chiara Poggi, il cui unico autore è già stato condannato da una sentenza irrevocabile emessa in nome del popolo italiano”. I legali si sono detti “sconcertati” dinanzi alle notizie “secondo le quali si dovrebbe dar credito a valutazioni scientifiche effettuate da un consulente di parte all’insaputa dell’interessato”, precisando che “l’attuale Procuratore Generale di Milano non risulta aver giudicato ‘fondata’ la richiesta di revisione avanzata dalla madre del condannato, richiesta in relazione alla quale dovrà semmai pronunciarsi la competente Autorità Giudiziaria di Brescia”.

ue task force cultura franceschini

Cultura, G7 a Firenze: l’annuncio di Dario Franceschini

Tiziano Ferro Tour 2017

Festival di Sanremo 2017 ospiti: Tiziano Ferro è il primo nome