in ,

Omicidio Garlasco news a Quarto Grado: la Cassazione rinvia a domani la sentenza

Dopo otto anni, due assoluzioni in primo e secondo grado, e una condanna con rito abbreviato in appello bis a 16 anni di carcere, che ha riconosciuto Alberto Stasi, oggi commercialista 32enne, reo dell’omicidio dell’allora fidanzata Chiara Poggi, avvenuto a Garlasco il 13 agosto 2007, la Corte di Cassazione chiamata oggi a decidere sul suo destino, ha deciso di rinviare il tanto atteso verdetto a domani, 12 dicembre.

Riunitasi alle 20 di questa sera, per insufficienza di tempo utile a prendere una decisione tanto complicata e impegnativa, viste le premesse di oggi pomeriggio, i giudici hanno deciso di fermarsi e riprendere la camera di consiglio domattina.

L’esito della sentenza è stato in un certo qual modo anticipato questo pomeriggio dall’inaspettata richiesta dal procuratore generale della Cassazione che sostiene la pubblica accusa, Oscar Cedrangolo, il quale aveva chiesto l’annullamento con rinvio (e quindi un nuovo processo d’appello) della condanna a 16 anni di reclusione emessa il 17 dicembre 2014. Il Pg ha chiesto e ottenuto la celebrazione di un nuovo processo, sottolineando “la debolezza dell’impianto accusatorio” dell’appello bis.

omicidio chiara poggi news

Omicidio Garlasco, atteso verdetto Cassazione: la lunga notte di Alberto Stasi

strage parigi ultime news

Terrorismo, a Quarto Grado: dall’Achille Lauro al Bataclan di Parigi la strategia della paura