in ,

Omicidio Gianluca Monni news: operai videro killer e complice dopo il delitto

Emergono nuovi particolari in merito alle indagini sull’omicidio di Gianluca Monni, avvenuto ad Orune, in provincia di Nuoro, venerdì scorso 8 maggio. Tre persone sarebbero nel mirino degli inquirenti, nello specifico un ragazzo di 17 anni interrogato per ore e che, stando alle ultime indiscrezioni, avrebbe un alibi per la mattina dell’omicidio. I carabinieri che indagano sulla vicenda sono sempre più convinti che la barbara esecuzione dello studente 19enne sia strettamente collegata alla misteriosa sparizione di Stefano Masala, di cui si sono perse le tracce dalla sera di giovedì, e la cui auto è stata ritrovata carbonizzata nelle campagne della zona.

Ed è proprio su quella Opel Corsa grigia distrutta dalle fiamme che il killer ed il suo complice si sarebbero dati alla fuga dopo il delitto. Secondo quanto è emerso durante gli interrogatori fatti a possibili testimoni dell’agguato, infatti, la mattina del delitto due operai avrebbero visto due giovani con volto incappucciato scendere da quell’auto, in una zona periferica del paese.

I due avrebbero discusso animatamente, uno di loro avrebbe accusato un malore e si sarebbe sciacquato il viso ad una fontana. La testimonianza sarebbe inoltre accreditata da una intercettazione già in mano agli inquirenti, in cui due soggetti di sesso maschile avrebbero parlato proprio della Opel Corsa di Stefano Masala. La svolta è quindi vicina?

belen rodriguez ricorda i nonni

Belén Rodriguez serata con Fabio Borriello: Emma Marrone?

pomeriggio 5

Pomeriggio 5 anticipazioni puntata 13 maggio: Teresa Cilia e Salvatore Di Carlo ospiti