in ,

Omicidio Gianna Del Gaudio: news analisi schizzi di sangue, lì la soluzione del caso?

Sono in corso da giorni nuovi accertamenti sulle macchie di sangue rinvenute nella villetta di Seriate dove la notte tra il 26 e 27 agosto è stata sgozzata l’insegnante in pensione di 63 anni, Gianna Del Gaudio.

Il nuovo sopralluogo dei Ris di Parma nel luogo del delitto, avvenuto lo scorso 23 dicembre, è stato eseguito con uno strumento altamente tecnologico, un Radar 3D che ha reso possibili ulteriori e approfonditi accertamenti sulla traiettoria delle macchie macchie da gocciolamento e schizzi di sangue lasciati in casa dal killer.

Leggi anche: Bergamo donna uccisa con coltellata alla gola: c’è un collegamento con il caso Gianna Del Gaudio?

Una tecnica che rende possibile lo studio della morfologia delle macchie di sangue e permette la loro ricostruzione anche al pc. Un’analisi morfologica tridimensionale delle tracce ematiche che renderà più chiaro il quadro di insieme della ‘mappa’ dei movimenti dell’assassino già tracciata dagli inquirenti, che grazie alla succitata ricostruzione in 3D potrà dare maggiore concretezza a quanto già repertato sulla scena del crimine.

Ora la traiettoria delle macchie di sangue e corrispondenti movimenti dell’assassino nella villetta di Seriate saranno confrontati con la ricostruzione della dinamica dei fatti fornita subito dopo il delitto da Antonio Tizzani, marito della vittima e unico indagato. Lo scopo è quello di verificare se il suo racconto collima o no con il mosaico investigativo che gli inquirenti hanno potuto delineare sulla scorta degli elementi raccolti.

migliori startup 2016

Le startup migliori del 2016: ecco le prime 10 secondo StartupItalia

Calciomercato Juventus

Bonucci Figlio, Leo a cuore aperto: “Per Matteo stavo lasciando il calcio. Ecco come sta adesso, mentre Lorenzo…”