in ,

Omicidio Gianna Del Gaudio: perché il marito Antonio Tizzani è l’unico indiziato

Gianna Del Gaudio uccisa da una mano “non esperta”

Dopo le parole del procuratore Walter Mapelli, che sembrano aver escluso categoricamente che Daniela Roveri e Gianna Del Gaudio siano state uccise dalla medesima mano assassina, il giallo di Seriate sembra di nuovo portare sempre e solo a lui, l’unico indiziato per l’omicidio della professoressa in pensione: il marito Antonio Tizzani.

Gianna Del Gaudio, sgozzata nella sua villetta a Seriate (Bergamo) la notte a cavallo tra il 26 e 27 agosto scorso, sarebbe stata uccisa da una mano non esperta, diversa da quella che ha firmato l’omicidio di Daniela Roveri a Colognola lo scorso 19 dicembre. Sappiamo inoltre che l’insegnante di Seriate prima di essere sgozzata sarebbe stata aggredita: lo proverebbe una ferita sul mento di cui si è saputa l’esistenza solo di recente. La donna avrebbe dunque avuto un incontro faccia a faccia con il suo assassino, e se questo importante dettaglio trovasse conferma con la chiusura delle indagini, per il marito indagato le cose si metterebbero molto male, giacché Tizzani ha sempre dichiarato di non essersi accorto dell’intruso in casa se non quando lo ha sorpreso frugare nella borsetta della moglie e darsela a gambe subito dopo il delitto.

Delitto Seriate: atteso l’esito delle analisi dei Ris

Potrebbero arrivare già nella prima settimana di febbraio i risultati delle analisi che la Scientifica sta effettuando da mesi sui numerosi reperti raccolti sulla scena del crimine: macchie di sangue, impronte e soprattutto le tracce di Dna (una mista appartenente alla vittima e ad Antonio Tizzani) sul taglierino arma del delitto, il guanto in lattice e il sacchetto in plastica che li conteneva, rinvenuti casualmente solo i primi di ottobre, sotto una siepe di recinzione di una villetta a Seriate distante 600 metri in linea d’aria con quella in cui si è consumato il crimine.

>>> DELITTO DI SERIATE TUTTI GLI ARTICOLI DI URBANPOST <<<

“Se davvero sono sicuri che ad uccidere mia madre sia stato mio padre, allora cosa aspettano?”, queste le dichiarazioni rilasciate al settimanale Giallo dal figlio minore della vittima, Paolo Tizzani. L’uomo ha sempre sostenuto il padre in questi mesi di indagini, dandogli addirittura accoglienza in casa seppur contro la volontà della moglie Elena, che non ha mai negato davanti alle telecamere di non avere un bel rapporto con il suocero. Paolo al settimanale di cronaca nera e giudiziaria diretto da Andrea Biavardi si è pure lasciato sfuggire un’altra dichiarazione: “Non vorrei un altro innocente in carcere …”, ma quella che a lui sembra una battuta d’arresto nelle indagini in realtà cela l’attesa degli inquirenti per il risultato delle analisi dei Ris, che potrà dire molto sulla dinamica del delitto, e molto probabilmente permetterà di associare a qualcuno i profili genetici isolati sugli oggetti di cui sopra.

Omicidio Del Gaudio: Antonio Tizzani è l’unico indagato

Il timore del figlio di Gianna Del Gaudio è che la magistratura stia indagando solo in un’unica direzione (quella che porta a suo padre), tralasciando ipotetiche piste alternative. In realtà sappiamo che la procura di Bergamo da subito ha investigato sul fantomatico “uomo incappucciato” visto solo da Tizzani, senza mai trovarne traccia né con l’analisi delle telecamere di videosorveglianza della zona né sentendo i testimoni. Inoltre di recente ha approfondito la questione del possibile serial killer a Seriate, arrivando alla conclusione che siffatta ipotesi è da scartare.

seconde nozze david beckham

David e Victoria Beckham si sono sposati per la seconda volta: cerimonia segreta nella loro villa a Londra

Xiaomi Mi 6 scheda tecnica uscita nuovi smartphone Android Sony al MWC 2017

Sony Xperia e Xiaomi Mi6 uscita scheda tecnica prezzo: nuovi smartphone Android svelati al MWC 2017?