in ,

Omicidio Gianna Del Gaudio, Quarto Grado news taglierino: è della vittima il sangue sulla lama

Sarebbe proprio di Gianna Del Gaudio il sangue sulla lama del taglierino insanguinato e arrugginito trovato casualmente, lo scorso 6 ottobre, dentro una siepe di una villetta distante circa 800 metri dalla casa a Seriate dove la notte del 27 agosto scorso è stata sgozzata e uccisa l’insegnante in pensione di 63 anni.

La conferma è arrivata poco fa durante la diretta di Quarto Grado. Si è parlato inoltre della recente indiscrezione relativa al cosiddetto ‘giallo delle mozzarelle’. Il sacchetto di plastica che conteneva il cutter e i guanti in lattice rotti e insanguinati, sarebbe infatti l’involucro di mozzarelle campane consegnate abitualmente a domicilio ai coniugi Tizzani, e che il giorno del delitto intorno alle 16,30, un fattorino consegnò come d’abitudine. Proprio lui ha confermato il fatto ai microfoni della trasmissione Quarto Grado: “Quel giorno, come ogni venerdì, ho consegnato ai Tizzani 1 kg di mozzarelle, andavo tutte le settimane da loro …”.

Quelle mozzarelle, dunque, la sera del 26 agosto finirono sulla tavola di Gianna e Antonio, che cenarono insieme ai figli e alle rispettive compagne. Il killer della donna si sarebbe servito di quel sacchetto per nascondere taglierino e guanti e disfarsi delle tracce compromettenti che avrebbero portato a lui. Ora quegli oggetti sono nelle mani del Ris, che sta cercando altre tracce ematiche e biologiche sull’arma e sui guanti, indizi che possano finalmente portare alla soluzione del caso. Chi e quando ha infilato quel sacchetto fra i cespugli della siepe? Tizzani, come pensa la Procura, o l’uomo incappucciato, come sostiene il ferroviere indagato per il delitto? A ore potrebbe arrivare la risposta tanto attesa. Certo è che la presenza dei guanti in lattice sulla scena del crimine fa propendere per la ipotesi dell’omicidio premeditato, e se così fosse il giallo si farebbe ancora più inquietante.

Leggi anche: Omicidio Gianna Del Gaudio news: altri 3 elementi accanto al coltello insanguinato

Durante la diretta è inoltre emersa un’altra clamorosa indiscrezione: nella villetta del delitto sarebbe stato trovato un asciugamano sporco di sangue nella lavanderia di Tizzani. La notizia non è stata al momento confermata dalla Procura, seguiranno aggiornamenti.

loris stival news quarto grado

Omicidio Loris Stival, video shock Veronica Panarello a Quarto Grado: delirio o finzione?

squadra antimafia 6 ottobre anticipazioni

Anticipazioni Squadra Antimafia 8 ottava puntata: il segreto di Rosy Abate