in ,

Omicidio Giulia Ballestri, Matteo Cagnoni: i genitori intercettati sapevano e lo giustificavano

Giulia Balestri uccisa a bastonate dal marito: i genitori di lui lo giustificano

Omicidio Giulia Ballestri, il marito Matteo Cagnoni è sotto processo in Corte d’Assise a Trieste. Il noto dermatologo dei vip è accusato di avere barbaramente assassinato la donna, 39enne madre dei suoi figli, il 16 settembre 2016 a Ravenna, in una villa di famiglia da tempo disabitata. La vittima è stata massacrata a bastonate con una ferocia inaudita e l’uomo, benché inchiodato da prove schiaccianti tra cui dei video inequivocabili, continua a negare il delitto respingendo ogni accusa.

Nell’udienza di ieri, venerdì 1° dicembre, sono state riprodotte in aula delle intercettazioni telefoniche sconvolgenti effettuate fra il 19 settembre e il 22 ottobre 2016, nelle quali i genitori dell’imputato non solo dimostrano di essere a conoscenza del delitto compiuto dal figlio, ma quasi adducono delle ‘giustificazioni’ al suo gesto folle, motivato dal fatto che Giulia volesse separarsi e fosse già impegnata sentimentalmente con un altro uomo, relazione di cui peraltro Cagnoni era a conoscenza.

Omicidio Giulia Ballestri news Matteo Cagnoni: i video inediti che inchiodano il marito indagato

Matteo Cagnoni: le intercettazioni alla madre

La madre del dermatologo molto rinomato confidava ad un’amica: “Diciamo che l’ha fatta grossa” – allude chiaramente all’omicidio della nuora, il cui cadavere è stato ritrovato da pochi giorni. Il figlio è già in carcere con principale sospettato e lei forse non immagina di essere sotto intercettazione. “Diciamo che l’ha fatta grossa” – continua la donna – “ma ha avuto un trauma così grosso lui per la distruzione della famiglia che non c’ha più visto”. Non ci si pensava, ecco ad una cosa così. Anche noi non pensavamo mai che succedesse una cosa del genere”.

La due donne parlano della crisi matrimoniale tra Giulia e Matteo, a quel punto la madre del dermatologo dice: “No, è stata fatta anche troppo bene la cosa perché dopo quando si è scoperto è stata una bomba […] Eh…va là che l’hanno pagata tutti e due, quindi…“. Poi le parole che in qualche modo giustificano il figlio: “Si vede che a volte gli ormoni fanno brutti scherzi. Delle donne giovani con un marito bravo, un marito buono così, andare a commettere degli errori per rovinare tutto così”. E l’amica: “Chi ci pensava, per me Giulia era buona”; “Si, si vede che gli è venuto un frullo in testa che non ha saputo resistere”, risponde la madre di Cagnoni.

Il padre di Matteo Cagnoni intercettato: “Giustizia è fatta”

In aula è stata oggetto di dibattito anche l’intercettazione al padre di Matteo Cagnoni, anch’egli dermatologo ormai in pensione. L’uomo il 19 novembre di un anno fa mentre parla con l’altro figlio dice: “Cos’è stato, un eccesso di…”, “Ah, io penso di sì… Di rabbia?”, gli chiede l’uomo, e lui: “Umh!… naturalmente si dice che… che non è vero, che è stato qualcun altro… poi però che vuoi, sono tutte cose che…verranno valutate”.

Il 4 ottobre invece mentre parla con un’amica, che del figlio dice “Non lo so … non capisco questo ragazzo”, il signor Mario Cagnoni aggiunge: “Lo sai, anche io faccio molta fatica”. Poi riconosce che in carcere Matteo ‘tranquillo: “A me sembra strano […] L’ambiente non è proprio rallegrante, soprattutto vederlo così ci ha lascito stupiti”; “Così come, felice?”, chiede la donna, e lui: “No, tranquillo, come sai … io direi l’unica cosa come… giustizia è fatta”. Elisabetta: “Che vuol dire?”. Mario: “Io lo giustifico solo con un pensiero di questo genere, che lui in questo momento pensi ‘giustizia è fatta…”.

Seguici sul nostro canale Telegram

Diretta Torino – Atalanta dove vedere in televisione e streaming gratis Serie A

la iena nadia toffa malore news

Nadia Toffa malore news: le prime notizie dall’ospedale di Trieste