in ,

Omicidio Giulio Regeni news: dettagli agghiaccianti dall’autopsia

Emergono di ora in ora nuovi raccapriccianti dettagli sull’esito dell’esame autoptico eseguito sul cadavere di Giulio Regeni, il ricercatore italiano brutalmente torturato e assassinato a Il Cairo. Indiscrezioni che purtroppo confermano l’atroce agonia che gli è stata inflitta.

Al povero 28enne – si apprende da un’ultim’ora battuta da Tg Com24 – sarebbero state strappate un’unghia della mano e una del piede, le orecchie entrambe mozzate nella parte alta, e decine di “piccoli tagli” gli sarebbero stati evidenziati su tutto il corpo, fin sotto la pianta dei piedi. Tante le fratture riscontrate sul cadavere, anche nelle scapole.

Intanto le indagini vanno avanti, in Egitto e in Italia. I pm della Procura di Roma oggi hanno ascoltato alcuni amici e i genitori di Regeni, i quali hanno riferito che il loro figlio non aveva mai fatto cenno a rischi imminenti, né avrebbe temuto per la propria incolumità, pur essendo consapevole dei rischi di vivere in un contesto politico molto difficile, soprattutto nei giorni ‘caldi’ dell’anniversario della rivoluzione di piazza Tahir.

“Sarebbe opportuno evitare di arrivare a conclusioni affrettate relative alle indagini in corso o fare delle accuse e insinuazioni ingiustificate e senza prove”, ha pertanto fatto sapere l’ambasciatore egiziano in Italia, Amr Helmy, il quale ha confermato che il team investigativo italiano a Il Cairo ha svolto “incontri importanti con la controparte egiziana“.

caso meredith news

Raffaele Sollecito apre una start up: è un social network per commemorare i defunti

Zika Virus allarme Milano Lombardia

Zika Virus: paura contagio anche a Milano e in tutta la Lombardia