in ,

Omicidio Giulio Regeni news, il ministro Gentiloni: “Verità ancora lontana”

La verità sulla tragica morte di Giulio Regeni sarebbe ancora lontana. A riferirlo è il ministro degli Esteri, Paolo Gentiloni“A quanto risulta dalle cose che ho sentito sia dall’ambasciata sia dagli investigatori italiani, che stanno cominciando a lavorare con le autorità egiziane” – ha detto il Ministro da Amsterdam, dove è impegnato nella riunione informale dei ministri Ue – “siamo lontani dal dire che questi arresti abbiano risolto o chiarito cosa sia successo”.

Gentiloni fa riferimento alle due persone fermate ieri dalla polizia egiziana, che sarebbero coinvolte nel barbaro omicidio del ricercatore italiano, ucciso a Il Cairo, dove si trovava per motivi di studio, e del cui arresto le autorità egiziane non avrebbero tuttavia dato conferma ufficiale.

Sarà di basilare importanza per poter chiarire le circostanze di morte del ragazzo, la collaborazione tra le forze dell’ordine italiane ed egiziane“Il lavoro congiunto sta incominciando in questo momento” – ha assicurato Gentiloni – “e in questo momento si stanno anche imbarcando i familiari e la salma di Giulio Regeni che faranno scalo a Roma e poi andranno a Trieste”. Il corpo di Giulio Regeni arriverà in Italia alle 13 di oggi.

Per ora solo ipotesi: Giulio il 25 gennaio scorso sarebbe stato fermato a Il Cairo dalla polizia politica o dai servizi segreti, insieme ad una quarantina di oppositori del regime di Al Sisi. Ucciso dopo essere stato seviziato in quanto rifiutatosi di fare i nomi delle fonti legate all’opposizione politica e sindacale al regime di Abd al-Fattah al-Sisi, alle quali attingeva informazioni utili per la sua attività di ricercatore, non sarebbe uscito vivo da quell’interrogatorio.

melissa-satta e boateng 744x445

Verissimo puntata di oggi ospiti: Melissa Satta e Boateng sposi, i dettagli

alessia marcuzzi isola dei famosi

Anticipazioni Isola dei Famosi 11: ci sarà un’attrice di The Lady 2?