in ,

Omicidio Giulio Regeni ultime notizie: forse ucciso per vendetta personale

Il ministero dell’Interno egiziano ha diffuso una indiscrezione in merito alle indagini sull’omicidio di Giulio Regeni, il ricercatore friulano torturato e ucciso a fine gennaio a Il Cairo. Il giovane sarebbe stato vittima di una “vendetta personale causata da motivi personali”, spiega il comunicato del ministero, che informa inoltre su presunte numerose sue amicizie con abitanti del quartiere in cui abitava.

Giulio Regeni, sparito a Il Cairo la sera del 25 gennaio, e ritrovato senza vita il 3 febbraio, con evidenti segni di tortura sul corpo, in un fosso di una strada periferica della città, sarebbe caduto vittima di un omicidio premeditato.

Così recita il comunicato delle autorità egiziane: “Le informazioni raccolte non escludono alcuna pista, compresa quella criminale o di vendetta personale, soprattutto perché l’italiano aveva avuto molti legami con persone vicino a dove viveva e studiava”, che hanno inoltre sottolineato e ribadito il loro impegno a collaborare con gli inquirenti italiani presenti al Cairo.

Formula 1 2016 GP Messico

Formula 1 2016, test Montmelò 3° giorno: qualche problema per la Ferrari

Pasqua 2016: offerte low cost con Megabus, FlixBus e Ouibus, a partire da 30 euro