in

Omicidio Ilaria Leone Castagneto: arrestato un 34enne, inchiodato dal telefonino della vittima

Meno di 24 ore per la svolta decisiva. Il mistero della morte della diciannovenne Ilaria Leone, il cui corpo senza vita è stato ritrovato il 2 maggio in un uliveto a Castagneto Carducci (Livorno) sembra sul punto di dissolversi. Le Forze dell’Ordine hanno arrestato Ablaye Ndoye, senegalese di 34 anni.

Stress da Smartphone

L’uomo è stato fermato nella zona tra Donoratico e Piombino. Nel suo zainetto è stato ritrovato il telefonino della vittima. Un elemento, questo, che inchioderebbe il 34enne. Intanto sarà l’autopsia, in programma per domattina a Pisa, a confermare la causa della morte di Ilaria (l’ipotesi più probabile è lo strangolamento) a stabilire se le sia stata usata violenza sessuale e  se la ragazza sia stata uccisa altrove e poi trasportata solo in un secondo tempo nel luogo del ritrovamento del cadavere sul quale sono evidenti segni di trascinamento.

Intanto emergono ulteriori particolari circa la vita di Ilaria Leone e i probabili motivi che l’hanno portata a conoscere il senegalese: “L’uomo fermato è uno spacciatore – ha dichiarato il procuratore di Livorno Francesco De Leo – e la ragazza una consumatrice di sostanza stupefacenti”. Una storia triste per un giallo che probabilmente è già arrivato al suo epilogo.

Creative Syria Festival Center Milano

Creative Syria apre domani al Festival Center di Milano

Nail Art 2013: come avere unghie perfette, tendenze primavera-estate