in ,

Omicidio Isabella Noventa: Manuela Cacco accusata di un quarto reato, la sua posizione si aggrava

Manuela Cacco sempre più nei guai. La tabaccaia veneziana in carcere dallo scorso febbraio, perché implicata con i fratelli Freddy e Debora Sorgato nell’omicidio di Isabella Noventa, presto sarà processata con le accuse di omicidio premeditato occultamento di cadavere in concorso. E non solo.

Nelle ultime ore è infatti trapelata un’indiscrezione secondo la quale la 55enne di Camponogara sarebbe stata accusata dalla Procura di Padova che indaga sul caso anche di simulazione di reato, in relazione allo stalking che anni addietro avrebbe esercitato nei confronti della vittima sua rivale in amore. In sostanza la Cacco all’epoca dei fatti contestati avrebbe denunciato il falso furto del su telefono cellulare per sviare i sospetti di essere la stalker di Isabella, e poter (secondo la sua illusione) molestare per mesi la povera Isabella Noventa con offese e messaggi minatori senza il rischio di essere inchiodata.

Leggi anche: MANUELA CACCO ACCUSATA ANCHE DI STALKING 

Gli inquirenti avrebbero smascherato la sua ennesima menzogna attraverso il codice Imei di cui ogni telefono cellulare è dotato e grazie al quale viene identificato, riuscendo dunque a scoprire che in realtà il telefonino in questione sarebbe stato sempre in mano alla donna, che lo avrebbe utilizzato inserendo al suo interno un’altra scheda sim, cambiando dunque solo il numero di utenza. L’analisi del tabulato Imiei avrebbe dunque inchiodato l’indagata alle sue responsabilità.

giornata dei migranti 2016, giornata internazionale del migrante e del rifugiato 2016, boko haram, plan international

Giornata mondiale dei migranti 2016: Grace, fuggita alla violenza di Boko Haram, ha dovuto dire addio a suo figlio [Speciale]

50 Sfumature di Nero

Film in uscita 2017: 50 Sfumature di Nero è il più atteso dalle donne (TRAILER)