in ,

Omicidio Isabella Noventa processo: quando inizia e cosa rischiano i 3 imputati

Omicidio Isabella Noventa, ecco quando inizia il processo

Il processo per l’omicidio di Isabella Noventa avrà inizio il 9 maggio 2017: tutti e tre gli imputati saranno giudicati con rito abbreviato, il che significa che la sentenza di primo grado sarà emessa presto (la si prevede per il 6 giugno) e che in caso di condanna i tre accusati godranno della riduzione di un terzo della pena e, nella peggiore delle ipotesi, potrebbero venire condannati a 30 anni di carcere.

I fratelli Freddy e Debora Sorgato, e la loro amica Manuela Cacco, sono gravemente indiziati: nei loro confronti pende l’accusa di omicidio premeditato in concorso e soppressione di cadavere. Per la tabaccaia veneziana anche le accuse di stalking ai danni della vittima, sua rivale in amore, e simulazione di reato, per aver fatto finta di perdere il telefonino con cui, in base all’accusa, perseguitava Isabella Noventa.

Isabella Noventa: un omicidio studiato fin nei dettagli

Per gli inquirenti il trio diabolico avrebbe progettato nei minimi dettagli l’efferato omicidio: ognuno degli imputati aveva un motivo suo personale per odiare Isabella. Freddy aveva con lei un rapporto molto conflittuale, fatto di tira e molla continui, di attrazione ma anche incomprensioni. In mano alla procura di Padova telefonate, lettere e taciti accordi fra i tre, già diversi mesi prima dell’esecuzione materiale del crimine, che proverebbero come ogni azione messa in pratica dal trio la notte del 16 gennaio 2016 fosse stata studiata con attenzione al solo scopo di far sparire la 55enne segretaria di Albignasego.

Debora Sorgato – che stando alle indagini potrebbe avere eseguito materialmente l’omicidio – pare odiasse la povera Isabella Noventa, compagna del fratello e con un forte ascendente su di lui. Debora avrebbe temuto che la donna potesse mettere mano al patrimonio di famiglia in virtù della sua profonda influenza nei confronti di Freddy, che per lei spendeva cifre da capogiro in regali, cene di lusso e vacanze.

>>> LEGGI TUTTO SUL DELITTO DI ISABELLA NOVENTA <<<

Infine c’è Manuela Cacco, che in chat su Facebook con le amiche, compresa Debora Sorgato, non nascondeva affatto di detestare Isabella perché Freddy – che lei amava follemente – era come ‘soggiogato’ da lei. Una vita in ombra ad accontentarsi delle ‘briciole’, quella della Cacco, vissuta in attesa che Freddy rompesse con la Noventa e nella speranza di diventare qualcosa di più che un’amante saltuaria.

Isabella Noventa: disposto sequestro conservativo dei beni dei fratelli Sorgato e Manuela Cacco

Il gup Tecla Cesaro ha disposto il sequestro conservativo dei beni (fino ad un ammontare complessivo di un milione di euro) intestati ai fratelli Sorgato, Freddy e Debora, e alla tabaccaia di Camponogara, Manuela Cacco, in carcere da un anno e prossimi al processo. Si è appreso che il provvedimento era stato richiesto dagli avvocati di parte civile, Gian Mario Balduin, che assiste Paolo Noventa fratello della vittima, ed Ernesto De Toni, legale dell’ex marito della Noventa. L’obiettivo della misura è infatti quello di tutelare la garanzia di credito nei confronti delle parti civili, che in caso di condanna dei tre imputati, andranno risarcite. L’ordinanza vuole inoltre impedire che il trio con la complicità di terzi possa fare in modo di disperdere o nascondere il denaro sequestrato.

 

 
 

Alessandra Mastronardi età, altezza, peso, fidanzato, curiosità: tutto sull’attrice italiana (FOTO)

WhatsApp chat web pc news nuovi fattori di sicurezza per smartphone Android e iOS

WhatsApp web pc news: chat più sicura con due nuovi fattori per smartphone Android e iOS