in ,

Omicidio Lidia Macchi Quarto Grado ultime notizie: gli indizi non sono tutti contro Stefano Binda

Quarto Grado nella puntata del 29 gennaio 2016 ha fatto il punto sul caso dell’omicidio di Lidia Macchi, la studentessa di 21 anni violentata e poi uccisa con 29 coltellate nel Varesotto, il 5 gennaio 1987. Attualmente le indagini si stanno soffermando su diari di Stefano Binda, unico indagato per l’omicidio di Lidia Macchi. Alcune frasi degli scritti contenuti nei diari dell’uomo colpiscono molto: “Stefano è un barbaro assassino – Distrutto tutto, giuro“. Anche se le affermazioni ritrovate non sono degli indizi, secondo il professore Alessandro Meluzzi aiutano a delineare “un personaggio con precisi tratti psicologici, con problemi con le donne e con ossessioni religiose”.

I diari di Stefano Binda saranno analizzati a fondo e si cercherà di capire se alcuni fogli ritrovati possono essere ricondotti alle agende dell’indagato. Un amico di Stefano Binda, protetto dall’anonimato, spiega che mai Stefano avrebbe potuto fare del male a una donna, ma che si aspettava che i sospetti sarebbero ricaduti su di lui. I diari saranno sottoposti a perizia merceologica, anche se già gli inquirenti hanno effettuato delle comparazioni tra la calligrafia degli scritti di Binda con quella di alcune frasi impresse sulla borsetta di Lidia e non combaciano.

Mentre dai profili social di Stefano Binda si è scoperto che avesse una vera e propria ossessione per la poesia di Cesare Pavese, “Verrà la morte e avrà i tuoi occhi”, la stessa contenuta nella lettera anonima “In morte di un’amica” inviata ai genitori di Lidia Macchi nel giorno del funerale della vittima. Ma ci si chiede se gli indizi raccolti dagli inquirenti, senza i reperti che si erano acquisiti nell’immediatezza del delitto, ma andati distrutti, siano sufficienti a provare la presunta colpevolezza di Stefano Binda.

marco vannini cassazione

Omicidio Marco Vannini, Quarto Grado: la lettera di Viola ai suoi genitori e la loro risposta

guerrina piscaglia ultime news

Caso Guerrina Piscaglia a Quarto Grado ultime notizie: si cercherà ancora la donna in posti nuovi