in ,

Omicidio Lidia Macchi ultime notizie: la salma sarà riesumata

Le ultime notizie sul caso Lidia Macchi, che hanno portato a 30 anni dall’omicidio della studentessa di Varese, all’arresto del suo ex compagno di liceo, Stefano Binda, confermano l’indiscrezione che già circolava a gennaio: la sua salma sarà riesumata al fine di effettuare una serie di analisi alla ricerca di eventuali tracce di Dna dell’assassino.

La decisione è stata presa dal gip di Varese, Anna Giorgetti che ha accolto la richiesta inoltrata dal sostituto pg di Milano, Carmen Manfredda, che si sta occupando delle nuove indagini sull’omicidio della ragazza 20enne stuprata e uccisa nel Varesotto, il 7 gennaio 1987.

La salma di Lidia Macchi si trova nel cimitero di Casbeno (Varese), e già nei prossimi giorni, dopo il conferimento dell’incarico ad alcuni periti, tra cui la nota anatomopatologa forense Cristina Cattaneo, che si è occupata delle indagini sul caso Yara Gambirasio ed ora lavora a quelle sulla scomparsa dell’imprenditore Mario Bozzoli, sarà riesumata.

Lo scopo degli inquirenti sarà quello di trovare eventuali tracce organiche del presunto assassino: Stefano Binda, rinchiuso nel carcere di Varese, nega ogni addebito, si dichiara innocente e anche ieri, per la seconda volta, si è avvalso della facoltà di non rispondere in sede di interrogatorio.

ISIS ESPLOSIONE EGITTO

Roma blitz anti-terrorismo: arrestati militanti Isis, preparavano attentato kamikaze

pranzo pesce pasqua

Pasqua 2016 pranzo di pesce: ricette veloci per un menù facile da preparare