in ,

Omicidio Loris Stival, video shock Veronica Panarello a Quarto Grado: delirio o finzione?

La puntata di Quarto Grado, in onda stasera, venerdì 21 ottobre, si è aperta con l’approfondimento sull’omicidio di Loris Stival, a pochi giorni dalla sentenza di primo grado che ha condannato la madre Veronica Panarello a 30 anni di carcere.

Per il giudice Andrea Reale, che ha accolto quasi integralmente le richieste del pm Marco Rota, la Panarello ha ucciso da sola, lucidamente e con estrema crudeltà, il figlio di 8 anni, strangolandolo con delle fascette da elettricista e occultandone il corpo nel canale di scolo poco lontano dalla sua casa, a Santa Croce Camerina (Ragusa). Omicidio volontario aggravato, recita la sentenza, che tuttavia non ha riconosciuto alla madre 28enne le aggravanti della premeditazione (nonostante il sopralluogo in auto di Veronica prima di compiere il delitto) e delle sevizie.

Mostrato per la prima volta il video inedito deI colloquio avuto in carcere dalla Panarello con i periti incaricati dal giudice, su richiesta dell’avvocato Villardita che difende la donna, di valutarne la salute mentale. Una Veronica irriconoscibile, magrissima e all’apparenza delirante, canta ‘Ti regalerò una rosa’ di Cristicchi e fa discorsi senza senso. L’avvocato Daniele Scrofani, presente in studio, non ha mostrato dubbi nel ritenere quella della Panarello una vera e propria farsa, non certo un delirio: “L’ho sempre sostenuto in maniera forte durante tutto il processo, l’ho pure sfidata in aula dandole del tu ed invitandola a dire la verità” – ha detto il legale di Davide Stival“sale sulla sedia, si copre con il giubbotto e dice di sentire freddo … come se stesse seguendo un copione … ciò mi porta a concludere in modo assolutamente certo che la sua è finzione”.

Leggi anche: Loris Stival, Veronica Panarello condannata a 30 anni grida in lacrime: “Sono innocente”

Simulava una allucinazione Veronica in quel video, o il suo era davvero delirio? I medici che l’hanno esaminata ne hanno decretato la piena capacità di intendere e di volere, pur riconoscendo “tratti disarmonici” della sua personalità. “Andrea?! C’è Andrea? No! No! Andrea no!”, esclama nel video, agitandosi, la Panarello alludendo al suocero (che di lì a poco avrebbe chiamato in correità), ma i suoi discorsi sono sconnessi, non sembrano avere senso e – oggi lo sappiamo – non sono serviti a convincere esperti psicologi e psichiatri della sua ‘finta pazzia’, come la hanno giudicata gli inquirenti e il giudice che l’ha condannata.

Seguici sul nostro canale Telegram

Pomeriggio 5 diretta

Daniele Interrante a Pomeriggio 5: “Ho denunciato Fabrizio Corona”

omicidio gianna del gaudio news pomeriggio 5

Omicidio Gianna Del Gaudio, Quarto Grado news taglierino: è della vittima il sangue sulla lama