in ,

Omicidio Luca Varani, la sessuologa Rosa Maria Spina sul caso: “Tendenze violente e perverse in entrambi”

L’omicidio di Luca Varani ha sconvolto tutti per efferatezza e per le modalità con le quali si è svolto; il festino a base di alcol e droga ha soltanto fatto da contorno ad una situazione ben più intricata e perversa e mentre gli inquirenti indagano cercando di ricostruire le ore concitate che hanno accompagnato il delitto, si cerca di interrogare anche alcuni esperti per analizzare la personalità di Manuel Foffo e Marco Prato.

E’ il caso della sessuologa Rosa Maria Spina, intervistata da Radio Cusano Campus, che ha commentato il massacro del ventitreenne nell’appartamento di Roma attribuendo un ruolo importante anche al tema dell’omosessualità: “Credo che la situazione sia molto più intricata di quello che appare. Sicuramente l’aspetto dell’omosessualità ha avuto un suo peso, però credo che le dinamiche che si sono scatenate siano molto più profonde, sia dal punto di vista sessuologico sia a livello di identità di genere.”

L’esperta poi ha enfatizzato la questione delle violenze perpetrate da Foffo e Prato, individuandole come il risultato di alcune tendenze intrinseche nelle personalità dei due killer che sono state tuttavia amplificate dall’abuso di droga e alcol: “Si è innescato un meccanismo estremamente perverso, ma anche estremamente incontrollato da parte di entrambi, soprattutto perché sotto l’effetto di droghe. Di fondo ci sono probabilmente delle tendenze violente e perverse in entrambi i soggetti che hanno portato a manifestare questo tipo di situazione, però queste tendenze sono state accentuate da alcol e droga.”

Niccolò Fabi “Una somma di piccole cose”, sorpresa per i fan: l’artista svela un inedito su Facebook

Bianco di Babbudoiu film, Stefano Manca: “Tra spese e folli e manie di protagonismo mandiamo in rovina un’azienda” [INTERVISTA]