in ,

Omicidio Luca Varani, Manuel Foffo confessa: “Volevo uccidere mio padre”

Nuove confessioni sul caso di Luca Varani, il giovane di 23 anni ucciso a Roma durante un festino a base di alcol e droga il 5 marzo scorso; a parlare questa volta è Manuel Foffo, uno dei due indagati per il brutale omicidio di Varani insieme a Marco Prato, che è crollato davanti al pm addossando la colpa del suo comportamento al rapporto burrascoso che ha con il padre.

“Ho detto a Marco che forse volevo ucciderlo” avrebbe detto durante l’interrogatorio fiume dal quale è emerso tutto il risentimento nei confronti Valter Foffo“Ho un forte risentimento nei confronti di mio padre, perché entrambi crediamo di aver ragione”. Manuel Foffo poi parla anche della madre: “Credo sia malata con problemi psichici”

Davanti al pm il 29enne romano ha ricostruito quanto accaduto nella giornata del 5 marzo e nei tre giorni di eccessi che sono culminati con l’omicidio di Luca Varani, soffermandosi su coloro che sono passati all’interno dell’appartamento di via Igino Giordani e sul suo rapporto con Marco Prato, conosciuto la sera di Capodanno. Intanto nella giornata di ieri sono stati sentiti anche Alex del Tiburtino, Giacomo l’amico milanese di Marco Prato e Riccardo, il cameriere del ristorante dei Foffo, tutti passati nell’appartamento e la misteriosa bionda di 25 anni che ha viaggiato sul treno Viterbo-Roma con Luca Varani la mattina dell’omicidio.

Isola dei Famosi 2016 concorrenti: lite sulla Playa Desnuda tra Andrea Preti e Paola Caruso

Menarini lavora con noi 2016

Menarini lavora con noi 2016: posizioni aperte a laureati