in ,

Omicidio Luca Varani ultime notizie, Marco Prato chiede arresti domiciliari

Continuano le indagini sull’omicidio di Luca Varani, il giovane di 23 anni ucciso durante un festino a base di alcol e droga lo scorso 5 marzo; nella giornata di oggi arriva la notizia secondo la quale Marco Prato avrebbe richiesto gli arresti domiciliari attraverso il suo legale Pasquale Bartolo. Al momento il tribunale del Riesame di Roma si è riservato di decidere in merito.

In mattinata però il pm Francesco Scavo aveva richiesto che il principale indagato insieme a Manuel Foffo, il proprietario dell’appartamento dove si è consumato l’efferato delitto, rimanesse in custodia cautelare in carcere alla luce delle prove che sono emerse fino ad oggi grazie al lavoro degli inquirenti. Sarebbe stato proprio Marco Prato ad insistere telefonicamente con Luca Varani affinché il ragazzo si recasse nella casa di via Igino Giordani.

Il legale di Prato però fa leva sul fatto che ad infliggere i colpi mortali sia stato Foffo e non il suo assistito, che si sarebbe limitato soltanto a contattare Varani per farlo venire nell’appartamento in cambio di sesso e droga per 150 euro: “E’ stato lo stesso Foffo a dichiarare al pm di avere inferto i colpi mortali, e non il mio assistito.”

 
 

Cruijff morto

Johan Cruijff è morto oggi a Barcellona a 68 anni: addio al Pelè bianco

startup weekend messina

Startup Italia, da Speed Mi Up ancora opportunità per gli aspiranti imprenditori