in

Omicidio Maelys news, killer ricostruisce delitto e stacca la testa del manichino: “E’ un mostro!”

Omicidio Maelys De Araujo ultime notizie: il giornale online Ladepeche pubblica delle foto inedite dell’assassino della piccola Maelys. Gli scatti sono stati fatti sabato 26 agosto 2017, durante il banchetto di nozze celebrate nella sala ricevimenti del villaggio della città di Pont-de-Beauvoisin, nell’Isere, al quale partecipava la piccola vittima insieme alla sua famiglia. La bambina di 9 anni scomparve quella notte, sequestrata e uccisa da Nordhahl Lelandais, che fece trovare i suoi resti solo nel febbraio successivo.

bimba scomparsa in francia

Alla festa di matrimonio partecipò Nordhahl Lelandais, e le foto rese pubbliche da Paris Match, ce lo mostrano negli istanti prima che si macchiasse dell’efferato omicidio. Una nello specifico è stata scattata 45 minuti prima del rapimento di Maëlys dalla sala del ricevimento. L’ex militare 34enne indossa pantaloncini bianchi e T-shirt blu, abbigliamento casual rispetto agli altri invitati che indossavano abiti da cerimonia; questo perché Nordhahl Lelandais non era nella lista degli ospiti ma, in quanto amico dello sposo, aveva fatto in modo di intrufolarsi al banchetto nonostante il suo nome non figurasse tra la lista degli invitati. In una foto il killer reo confesso è immortalato vicino alla reception, lontano dagli ospiti, mentre fuma. In un altro scatto fatto alle 2 del mattino, vaga sorridente tra i tavoli“Certamente si era ubriacato, si era drogato, stava cercando una rissa, ma all’inizio nessuno se l’è presa. Eravamo tutti troppo occupati a ballare e ridere. Quando la serata si trasforma in dramma, dopo che i genitori di Maëlys si sono resi conto che la loro bambina è scomparsa, tutti gli ospiti lo stanno cercando. Tutti tranne Nordahl Lelandais che “fuma una sigaretta” e dice alla madre della ragazza che non ha visto Maëlys”, ha riferito alla stampa la zia della vittima.

La zia di Maëlys racconta anche la ricostituzione della notte dell’omicidio della bambina fatta dal killer solo poche settimane fa, durante la quale Nordahl Lelandais ha ammesso di aver dato quattro o cinque schiaffi alla bimba, mentre fino ad allora aveva sempre dichiarato di averla uccisa “per errore” dandole uno schiaffo durante una passeggiata. L’uomo ha mimato su un manichino gli schiaffoni inferti alla vittima, durante l’incidente probatorio cui hanno assistito anche i genitori di Maelys assistiti dai propri legali e consulenti. Mentre ha ricostruito l’aggressione, tanta è stata la violenza inferta, che la testa del manichino si è staccata. “E’ un mostro, un mostro che ha distrutto le nostre vite”, ha dichiarato la zia della bambina uccisa.

Leggi anche: Omicidio Maelys news: killer rivela cosa le ha fatto prima di ucciderla, ancora orrore

Lucca Comics opportunità di lavoro per 40 persone: per candidarsi c’è tempo fino al 27 ottobre

Corrado Tedeschi e il dramma del suo tumore. Oggi lo ritroviamo di nuovo in Tv, completamente diverso dal passato