in

Omicidio Maelys, Nordahl Lelandais nuove terrificanti accuse: cosa fece al giovane cugino

Omicidio Maelys De Araujo ultime notizie: dopo diversi mesi di ricovero in psichiatria, il 35enne ex militare Nordahl Lelandais, reo confesso dell’omicidio della bimba di 9 anni, è stato trasferito di nuovo in cella. “L’ho uccisa. Era come in un videogioco”, ha ammesso l’assassino ai medici psichiatri incaricati di sottoporlo a perizia atta a valutare la sua capacità di intendere e di volere. L’uomo è accusato anche di altri delitti e ad oggi, sebbene abbia permesso alla polizia di rinvenire i resti della giovane vittima, non ha detto il perché l’abbia uccisa e come.

bimba scomparsa in francia

Leggi anche: Omicidio Maelys news, Nordahl Lelandais: esito perizia psichiatrica, particolari agghiaccianti

Omicidio Maelys De Araujo: il killer torna in cella dopo 5 mesi di ricovero in psichiatria

Dopo cinque mesi di ricovero, pochi giorni fa Lelandais ha lasciato l’Unità Ospedale appositamente attrezzata (UHSA) di Vinatier, vicino a Lione, per essere tradotto nel carcere di Saint-Quentin-Fallavier, Isere. Fu trasferito in ospedale il 16 febbraio scorso, due giorni dopo la sua confessione sulla morte della piccola Maëlys , che dice di aver ucciso “involontariamente”. Non si conoscono i motivi delle dimissioni dalla struttura ospedaliera e se sia avvenuta con il consenso del detenuto. Il suo avvocato, Alain Jakubowicz, non ha voluto rilasciare alcuna dichiarazione ufficiale. A Saint-Quentin-Fallavier, si apprende, il 35enne sarà collocato “in una cella normale ma con istruzioni di sorveglianza”.

news bambina scomparsa in francia

Nordahl Lelandais nuove terrificanti accuse: cosa fece a suo cugino

Su Nordahl Lelandais da pochi giorni pendono nuove sconcertanti accuse. Oltre a dover rispondere degli omicidi della piccola Maëlys e del caporale Arthur Noyer, in Savoia, è stato incriminato per la terza la scorsa settimane con una ipotesi di reato allucinante: aggressione di natura sessuale a un cugino di 6 anni. Interrogato martedì a Grenoble, l’ex militare è stato incriminato per “violenza sessuale su un minore di età inferiore a 15 anni”. C’è uno sconvolgente filmato che lo inchioderebbe: un abuso sessuale avvenuto durante una visita di famiglia a casa dei suoi genitori a Domessin, in Savoia. Si tratterebbe di un filmato pedopornografico cancellato dal suo cellulare ma recuperato dagli tecnici esperti di informatica. Nel terribile documento-video si scorgerebbe Nordahl Lelandais che mette le mani addosso (nelle parti intime) al giovane cuginetto durante il sonno.

assassino maelys

Marco Mengoni Instagram

Marco Mengoni torna su Instagram: ecco l’annuncio speciale

processo marco vannini news

Marco Vannini news: pm fa appello contro blanda condanna ai Ciontoli