in ,

Omicidio Marco Vannini: Antonio Ciontoli è stato sospeso dal servizio

A un anno esatto dalla morte di Marco Vannini, deceduto dopo essere stato colpito da uno sparo esploso dal suocero Antonio Ciontoli, all’interno della sua villetta di Ladispoli, la notte del 17 maggio 2015, la Marina Militare presso la quale lavorava l’uomo – rinviato a giudizio insieme alla sua famiglia e alla fidanzata del figlio, Viola Giorgini – ha deciso di sospenderlo dal servizio in quanto indagato per omicidio volontario con dolo eventuale e prossimo al processo, la cui prima udienza avrà luogo il prossimo 23 maggio.

A darne notizia è la redazione di Chi l’ha visto?, che pubblica un post sul suo profilo Facebook ufficiale in cui si può leggere a chiare lettere la comunicazione inviatale dalla Marina Militare: “Nei confronti del Mrs Ciontoli Persomil – Direzione Gnerale per il Personale Militare – ha disposto la sospensione precauzionale facoltativa dall’impiego connessa a procedimento penale ai sensi del combinato disposto degli artt, 916 e 920, comma 2, Del Lgs 66/2010 (Codice dell’Ordinamento Militare”.

android n

Terza Beta aggiornamento Android 7.0 N download news: API Vulkan, SafetyNet e Daydream, tutte le novità di Google

Amici 16 anticipazioni registrazione

Amici 15 semifinale eliminato, Alessio Gaudino: “Vi racconto la mia esperienza”