in

Omicidio Marco Vannini news: riaperte indagini, c’è un nuovo indagato

Omicidio Marco Vannini news oggi: indagato Roberto Izzo, il luogotenente dei Carabinieri amico di Antonio Ciontoli. A questa svolta investigativa si è giunti dopo la clamorosa e inaspettata testimonianza del commerciante Davide Vannicola, che alle Iene – e nelle scorse settimane anche al magistrato titolare del caso Vannini – ha rivelato una confessione che gli avrebbe fatto Izzo: “Il maresciallo mi confessò che a sparare non è stato Antonio Ciontoli, ma suo figlio Federico”.

Marco Vannini riaperte le indagini: indagato maresciallo carabinieri Roberto Izzo

La notizia è di queste ore, lo conferma anche la redazione online di Quarto Grado attraverso la sua pagina Facebook: “La procura di Civitavecchia ha iscritto al registro degli indagati l’ex comandante dei Carabinieri di Ladispoli Roberto Izzo, dopo le dichiarazioni a #QuartoGrado e a Le Iene del testimone Davide Vannicola. Il commerciante di borse “catana” di Tolfa aveva detto a noi e poi ripetuto in Procura che Izzo gli aveva fatto due clamorose rivelazioni: Antonio Ciontoli lo aveva chiamato prima di chiamare i soccorsi, quella notte del 17 maggio 2015 quando Marco Vannini colpito da un colpo di Beretta. E poi ancora: a sparare a Marco non sarebbe stato il capofamiglia Antonio ma il figlio Federico. La Procura ha sentito anche altri testimoni su questo caso, tra cui la moglie di Vannicola, il maresciallo Amadori, vice di Izzo è alcuni carabinieri in servizio quella notte”

Secondo quanto trapela, Roberto Izzo sarebbe indagato dalla procura di Civitavecchia per favoreggiamento e falsa testimonianza. Un clamoroso sviluppo investigativo che potrebbe aprire nuovi scenari nella vicenda e portare ad un totale ribaltamento della sentenza di secondo grado contro la quale la stessa Procura si è appellata. La dinamica dei fatti di quella misteriosa e drammatica notte a cavallo fra 17 e 18 maggio 2015 è tuttora poco chiara. Tutta la famiglia Cintoli è a processo: in Appello al capofamiglia Antonio sono stati inflitti 5 anni di reclusione, tre alla moglie Maria Pezzillo e ai figli Martina e Federico. La fidanzata di quest’ultimo, Viola Giorgini, accusata solo di omissione di soccorso, è stata assolta in primo e secondo grado.

Il maresciallo Izzo intervistato a Le Iene

Le parole di Vannicola che pesano come un macigno su Roberto Izzo.

Secondo quanto rivelato da Vannicola, la sera dell’omicidio Ciontoli avrebbe chiamato il carabiniere prima di contattare i soccorsi e gli avrebbe confessato che a sparare non sarebbe stato lui, ma suo figlio Federico. “Ti ricordi di Ciontoli?”, avrebbe detto Izzo all’amico commerciante, “la sera stessa che Marco Vannini è morto Ciontoli mi chiamò dicendomi: Robe’, c’è mio genero nella vasca da bagno con un colpo di pistola, mi devi aiutare”. Durante la conversazione Ciontoli avrebbe fatto capire a Izzo che il colpo di arma da fuoco sarebbe partito dal figlio. La presunta telefonata e dispositivo da cui sarebbe partita la presunta telefonata non sono mai stati agli atti del processo. Sempre Vannicola ha poi asserito che sarebbe stato Izzo a consigliare a Ciontoli di assumersi la responsabilità dello sparo, al fine di non mettere nei guai il giovane figlio Federico. Izzo, lo ricordiamo, ha sempre smentito ogni singola parola di Vannicola.

Potrebbe interessarti anche: Marco Vannini news: Antonio Ciontoli conosce bene le armi? Le parole dell’ex collega pesano come macigni

Melissa Satta fidanzata, nuovo amore dopo Boateng? Le parole dell’ex velina

Laura Chiatti prova costume “non superata” ma è perfetta e mostra il seno: il web insorge (FOTO)