in ,

Omicidio Maria Ungureanu: due ragazzi con lei poco prima della scomparsa

Ancora un’indiscrezione sulle indagini relative all’omicidio di Maria Ungureanu, la bimba rumena di 9 anni morta a San Salvatore Telesino (Benevento) la sera dello scorso 19 giugno. Dopo avere appreso, mediante le parole del legale di famiglia, l’avvocato Gallo, che forse la bambina non fu stuprata prima di essere gettata in piscina e lasciata affogare, e che sul suo corpo non è stato trovato alcun profilo genetico maschile, un’altra novità.

Ne dà notizia il settimanale Giallo, che chiama in causa un “testimone chiave”, il quale avrebbe riferito agli inquirenti di avere visto Maria in compagnia di due ragazzi giovani, nei pressi delle giostrine del paese, poco prima di sparire nel nulla.

“La sera in cui la piccola Maria è stata uccisa sono stati visti parlare con lei due ragazzi stranieri, molto giovani. Lavoravano con i giostrai che erano posizionati proprio a ridosso del resort dove la bambina è stata trovata morta”, scrive il settimanale diretto da Andrea Biavardi. La testimonianza in oggetto sarebbe al vaglio della magistratura, e avallerebbe la pista investigativa della della prima ora, che ipotizzò la presenza di più persone sulla scena del crimine.

L’avvocato Fabrizio Gallo avrebbe confermato la notizia al settimanale Giallo“Sì, è vero: alcuni testimoni hanno detto di aver visto Maria proprio la sera del delitto in compagnia di due ragazzi […] Si tratterebbe di due giovani, forse appena maggiorenni, che lavoravano con i giostrai. Sono entrambi di nazionalità romena e sarebbero sfuggiti agli accertamenti dei carabinieri perché lavoratori in nero e, quindi, non censiti ufficialmente dal gruppo di giostrai. Il giorno dopo l’assassinio della bambina hanno lasciato il paesino”.

Tour de France sesta tappa

Tour de France 2016 sesta tappa: percorso, altimetria, diretta tv

Festival musica anni 40-50 Senigallia

Summer Jamboree 2016 Senigallia: date e programma per tuffarsi negli anni ’50