in ,

Omicidio Maria Ungureanu, i genitori si sentono minacciati: “Qualcuno vuole ucciderci”

“Qualcuno vuole ucciderci”: si sentono in pericolo Marius e la moglie, genitori della piccola Maria Ungureanu, la bimba di 9 anni trovata senza vita lo scorso 19 giugno nella piscina di un resort a San Salvatore Telesino (Benevento).

Al momento risultano indagati per omicidio in concorso e violenza sessuale Daniel Ciocan e la sorella Cristina, che continuano a dichiararsi estranei ai fatti. Il settimanale Giallo ha intervistato i genitori della piccola, i quali hanno espresso forte timore per la propria incolumità da quando la loro bambina – che sarebbe stata abusata in passato – è stata lasciata affogare in quella maledetta piscina: “Ci sentiamo minacciati, non vogliono che scopriamo la verità sulla fine di nostra figlia” – hanno detto – “abbiamo incontrato per caso l’indagato per strada e i nostri sguardi si sono incrociati  … abbiamo avuto impressione che volesse sfidarci”.

“Vanno protetti”, ha dichiarato a Giallo il loro avvocato, Fabrizio Gallo. I coniugi Ungureanu non hanno ricevuto alcuna minaccia esplicita, ma avvertirebbero “un clima di tensione” secondo il loro difensore, che ha inoltre espresso l’intenzione di “chiedere all’autorità giudiziaria di imporre agli indagati il divieto di avvicinamento ai luoghi dove abitano i genitori della vittima”.

Barcellona Celtic Champions League

Dove vedere Liverpool – Barcellona: ora diretta tv, streaming gratis e probabili formazioni

Candreva Calciomercato

Calciomercato 2016 tutte le trattative concluse in Serie A al 6 agosto