in ,

Omicidio Maria Ungureanu, indagini ad una svolta? Bruzzone: “A breve la soluzione del caso”

Ieri 23 settembre la criminologa Roberta Bruzzone e l’avvocato Fabrizio Gallo, che assistono i genitori della piccola Maria Ungureanu, la bimba di 9 anni morta affogata, in circostanze ancora da chiarire, nella piscina di un resort a San Salvatore Telesino (Benevento) lo scorso 21 giugno, hanno avuto un incontro con il procuratore Giovanni Conzo, titolare delle indagini.

Da quanto trapelato sembra che le indagini abbiano fatto dei passi avanti verso la verità, come confermato dalla Bruzzone ai microfoni di TV7: “Siamo sulla buona strada, ottimo il lavoro della Procura, adesso si attende il deposito dell’autopsia”. Dalle parole della criminologa si evincerebbe che le “evidenze investigative emerse” cui fa riferimento avvalorerebbero la sua tesi, ovvero che la piccola Maria sia stata vittima di un omicidio e non di un tragico incidente.

Leggi anche: Omicidio Maria Ungureanu news: spunta un secondo uomo misterioso, parla testimone

La Bruzzone ha sottolineato l’uso da parte degli inquirenti “di strumentazioni all’avanguardia in una indagine sulla quale pensiamo sia doveroso rispettare il silenzio” e rimarcato che “gli accertamenti sono stati fatti in modo approfondito e restituiscono evidenze chiare. Ovviamente bisognerà attendere il deposito dell’autopsia, che completerà un’attività, quella della Procura, alla quale noi abbiamo offerto la nostra massima collaborazione”. Per la morte della piccola Maria Ungureanu sono indagati il 21enne rumeno Daniel Ciocan, amico di famiglia e vicino di casa della vittima, e la sorella maggiore Cristina.

Grande Fratello Vip Stefano Bettarini

Grande Fratello Vip Stefano Bettarini gossip, l’ex marito di Simona Ventura: “Ho sognato di fare l’amore con…”

Prelievo bancomat 2018

Disabili: per la Cassazione le banche devono rendere i bancomat accessibili