in ,

Omicidio Maria Ungureanu, pista ragazzi rumeni: e se Daniel Ciocan fosse estraneo alle accuse?

Gli ultimi aggiornamenti sulle indagini relative all’omicidio della piccola Maria Ungureanu, la bimba rumena di 9 anni fatta affogare nella piscina all’aperto di un resort sito a San Salvatore Telesino (Benevento) la sera dello scorso 19 giugno, porterebbero a tre ragazzi rumeni che lavoravano in nero nelle giostrine del paese, e che ora risultano irrintracciabili dagli inquirenti.

Se quest’ultima pista investigativa fosse fondata – Marius, il papà della vittima, ha espressamente ammesso i suoi sospetti su quei ragazzi, in particolare su uno che avrebbe regalato un gettone per l’autoscontro alla piccola, forse per farsela amica – si alleggerirebbe dunque la posizione di Daniel Petru Ciocan, il 21enne rumeno amico di famiglia di Maria, al momento l’unico indagato per omicidio e violenza sessuale, ma che continua a proclamarsi innocente e totalmente estraneo alle accuse.

Se anche il ragazzo non fosse direttamente implicato nel delitto, per l’avvocato dei genitori di Maria, Fabrizio Gallo, tuttavia Daniel non starebbe raccontando tutta la verità su quella sera. E se il 21enne sapesse qualcos’altro oltre a ciò che ha riferito agli inquirenti? Nel primo interrogatorio disse che Maria si lamentò con lui del fatto che un’amichetta le dava fastidio: e se non si fosse trattato di un’amichetta ma di un adulto?

Che la piccola Maria avesse subito abusi in passato sembra infatti essere stato appurato dall’esame autoptico, secondo cui l’ultima violenza risalirebbe a 2 anni fa. È verosimile, dunque, che la vittima conoscesse il suo aguzzino e così pure Daniel, che la frequentava spesso e che anche la sera in cui fu uccisa era in sua compagnia per circa un’ora e potrebbe avere raccolto le confidenze della bambina. Intanto proseguono le indagini e gli interrogatori: sono circa 60 i testimoni sentiti finora.

Maria Unguranu, foto tratta da Quarto Grado.

Megaupload film streaming download

Megaupload nuovo sito streaming e download file: a breve lancio con i file originali

educare i bambini

Educare i bambini: regole che si trasformano in gioco