in ,

Omicidio Melito Porto Salvo, parla il padre della 17enne: ” Non può essere un’assassina”

Nonostante le prove a carico della figlia 17enne, il padre della ragazza killer di Melito di Porto Salvo non riesce a credere alle ricostruzioni del Gip, “Mia figlia non può essere un’assassina”.

La ragazza 17enne è accusata dell’omicidio della madre, Patrizia Crivellaro, trovata uccisa con un colpo di pistola lo scorso 25 Maggio: dopo mesi silenzio, le indagini hanno infatti portato alla giovane figlia. A carico della ragazza vi è infatti sia l’esito positivo del guanto di paraffina sia il ritrovamento di un’impronta sull’arma del delitto: il padre, che di professione fa il poliziotto, dichiara però che queste non possono essere evidenze di colpevolezza. “Un frammento di impronta non è una prova. E’ possibile che mia figlia abbia toccato la mia pistola, l’abbia presa in mano”: queste le parole dell’uomo riferite dal quotidiano Repubblica.

“Non ci credo, mia figlia non può essere un’assassina. Non mi resta che lei, devo salvarla” continua il padre della 17enne. Intanto, Venerdì la giovane si è presentata insieme al suo avvocato, Domenica Tripodi, di fronte al Gip del tribunale dei minori di Reggio Calabria senza però rispondere ad alcuna domanda: scelta dovuta alla “volontà di mantenere la ragazza tranquilla e serena per quando andremo a chiarire la situazione e a dimostrare l’estraneità dai fatti”, spiega il legale e continua “Sui media è stata data un’immagine della giovane che non è quella reale. Non è il mostro che si dipinge”.

Le Iene Corti Onnis disavventura con Marc Marquez

Moto GP, Le Iene aggredite a casa di Marc Marquez, ferito il pilota

halloween 2015, halloween addobbi fai da te, halloween costumi, halloween decorazioni fai da te, halloween festa, halloween lavoretti per bambini,

Halloween 2015, idee dell’ultimo minuto per feste, giochi e lavoretti