in ,

Omicidio Meredith Perugia: Raffaele Sollecito in Cassazione senza Amanda Knox

Svolta legale nell’omicidio di Meredith Kercher di Perugia. In conferenza stampa, Raffaele Sollecito, cambia linea difensiva. Il ragazzo è stato accusato per l’assassinio in corte d’assise d’Appello. Per la prima volta davanti alle telecamere, annuncia che in Cassazione non si difenderà più insieme alle ex fidanzata Amanda Knox, ma da solo. Alla base della scelta ci sarebbe una bugia detta a Sollecito dalla sua ex ragazza Amanda.

A spiegare il motivo della scelta ci pensa l’avvocato di Raffaele Sollecito, Giulia Buongiorno: “Raffaele Sollecito ha espresso amarezza perchè ci sarebbe stata bugia: la sentenza di Appello parla di un sms inviato da Amanda Knox fuori da casa di Sollecito. Al ragazzo è sempre stato detto che il messaggio era stato inviato dentro casa”. L’accusato ha parlato per primo davanti alle telecamere e ai giornalisti, poi interviene l’avvocato Buongiorno: “quello che Raffaele Sollecito ha esposto è il ricorso in Cassazione scritto da me e dall’avvocato Mauri. C’è ampia differenza di posizioni tra Amanda e Sollecito. Non sono siamesi, un unico corpo con due teste. Noi abbiamo fatto riferimento a differenze di posizione”.

 

Programma Leonardo, tirocini formativi all’estero per laureati e diplomati

proteste per democrazia

Cina: proteste a Hong Kong per chiedere democrazia