in ,

Omicidio Noemi Durini news: falso profilo infanga la sua memoria, piovono insulti su Facebook

Omicidio Noemi Durini ultime notizie: qualcuno ha creato un falso profilo Facebook intestato alla 16enne di Specchia barbaramente assassinata dal fidanzato, reo confesso del delitto e attualmente detenuto nel carcere minorile di Cagliari in attesa di essere sottoposto a perizia psichiatrica atta a verificare la sua capacità di intendere e di volere.

nemi durini news

Circa una settimana fa l’account è stato attivato: è seguito da 36 persone e nella foto profilo compare l’immagine di una ragazza il cui volto non si vede, giacché alterato da emoticons che in qualche modo sbeffeggiano la memoria della giovane vittima. Un atto crudele ed insensibile, segnalato da alcuni utenti, i quali non hanno certo lesinato insulti d’ogni sorta all’autore o l’autrice di questa trovata grottesca e lesiva della povera Noemi Durini e dei familiari, afflitti dal dolore e ancora stravolti dalla immane tragedia che li ha colpiti.

A niente sono valse le segnalazioni degli utenti in rete: la pagina Facebook in questione non è stata chiusa e c’è qualcuno che si approfitta di questa situazione appropriandosi dell’identità di una 16enne trucidata per motivi ad oggi ancora solo ipotizzati.

Noemi Durini e il fidanzato: l’odio tra famiglie dietro il delitto

Noemi Durini è stata uccisa dal fidanzato, ma ad oggi si ignora il vero movente. Lucio, il 17enne reo confesso, ha detto ai carabinieri che Noemi gli faceva pressioni, voleva che lui sterminasse i suoi genitori, rei di avere ostacolato (anche con delle denunce) la loro frequentazione.

>>> Omicidio Noemi news Quarto Grado: fidanzato in carcere “sereno, fa palestra e ha molta libertà” <<<

Le famiglie dei due ragazzi, ormai è noto, si osteggiano vicendevolmente e da un anno cercavano in ogni modo di interrompere la relazione dei due giovani, da tutti definita dannosa, morbosa, e distruttiva soprattutto per la povera Noemi, più volte picchiata dal fidanzato che, però, non riusciva a lasciare. Versione dei fatti diametralmente opposta quella fornita dal padre di Lucio, il quale accusa la giovane vittima di avere rovinato la vita del figlio, che nell’ultimo anno sarebbe stato sottoposto a tre TSO per colpa della ragazzina, che a suo dire lo avrebbe oppresso ed esasperato portandolo allo sfinimento, sfociato poi nel delitto.

Rosatellum bis approvato, De Petris (SI): «Con questo Truffarellum il voto viene manipolato»

gessica notaro acido

Gessica Notaro: ex fidanzato condannato anche a 8 anni per stalking contesta sentenza