in ,

Omicidio Noemi news fidanzato: auto lavata con candeggina dopo delitto, dove e da chi?

Omicidio Noemi Durini ultime notizie: dopo la notizia riguardante il 17enne reo confesso del delitto, che presto sarà sottoposto a perizia psichiatrica all’interno del carcere minorile di Quartucciu (Cagliari), dove è detenuto, una nuova indiscrezione si sta diffondendo in queste ore circa la possibilità che qualcuno lo abbia aiutato nella fase successiva all’omicidio.

La Fiat 500 bianca (di proprietà della madre del reo confesso) che Lucio guidava, nonostante ancora minorenne, e sulla quale Noemi Durini è salita la notte dell’omicidio, 3 settembre, sarebbe stata lavata dopo il delitto. Non solo, chi ha pulito la vettura ha utilizzato la candeggina, prova questa del fatto che lo scopo sarebbe stato quello di cancellare eventuali tracce di sangue, le prove del delitto.

>>> Leggi anche –> Omicidio Noemi Durini news fidanzato: sì a perizia psichiatrica, Gip accoglie istanza suoi difensori <<<

La 16enne di Specchia, infatti, si apprende in queste ore che prima di essere uccisa e abbandonata nelle campagne salentine, all’interno di quell’auto sarebbe stata picchiata selvaggiamente. Tracce del suo sangue infatti sono state rinvenute dai Ris di Roma, che indagano sul caso, sulla vettura. Chi dunque dopo il delitto ha ripulito l’auto avrebbe voluto – stando alle indiscrezioni – cancellare proprio quelle tracce ematiche.

Un nuovo dettaglio, questo, che alimenta i dubbi degli inquirenti su uno o più possibili complici di Lucio: la candeggina, inoltre, fa pensare ad un lavaggio casalingo della Fiat 500. Dove quell’auto è stata lavata, ma soprattutto da chi? Gli inquirenti stanno attentamente vagliando la posizione dei genitori di Lucio, poiché ancora non è perfettamente chiara. Biagio Marzo e la moglie, infatti, sono indagati a piede libero per favoreggiamento. Possibile siano stati loro ad aiutare il figlio a cancellare le macchie di sangue dopo il delitto? Gli investigatori stanno cercando di scoprirlo.

45 offerte di lavoro in banca e nelle assicurazioni

GF Vip 2, intervista esclusiva a Gianluca Impastato: “Squalifica ingiusta. La mia bestemmia non era ingiuriosa”