in

Omicidio piccolo Loris, il legale di Veronica Panarello attacca l’accusa

Il processo a Veronica Panarello è iniziato e il Tribunale delle libertà deve decidere se scarcerare o meno la donna accusata dell’omicidio di suoi figlio, il piccolo Andrea Loris Stival. L’avvocato della donna, Francesco Villardita, ha posto l’attenzione dei giudici su alcune presunte incongruenze nella tesi dell’accusa. In particolare non tornerebbero gli orari della morte del bambino e alcuni elementi dell’autopsia. Il legale della donna dice che ci sarebbero testimoni pronti ad avvalorare le tesi della difesa.

Leggi qui il nostro dossier sull’omicidio del piccolo Loris

Probabilmente l’avvocato Villardita fa riferimento alla testimonianza di una donna che dice di aver parlato col bambino alle 9.30 del giorno del suo omicidio. In seguito però la donna ha ritrattato, affermando di non ricordare esattamente il giorno dell’incontro. Inoltre una vicina di casa dice di aver visto Veronica Panarella stendere i panni alle 9. Questo rappresenterebbe una sensibile novità in quanto, se fosse vero, le azioni della donna il giorno dell’omicidio del figlio andrebbero parzialmente ricostruite.

Rocio Munoz Morales rompe il silenzio sulla sua storia d'amore con Raoul Bova

Rocio Munoz Morales, sulla relazione con Raoul Bova rompe il silenzio stampa: “Abbiamo tanto in comune”

gigi d'alessio Capodanno 2016

Terra dei fuochi, Gigi D’Alessio: “Il 99% dei nostri terreni è sano e può dare lavoro”