in ,

Omicidio Pietro Spineto news: arrestato il padre del 15enne che l’ha ucciso

È stato arrestato per detenzione e porto abusivo di arma da fuoco clandestina e trasferito nel carcere di Poggioreale Armando Gaudino, il padre del 15enne accusato dell’omicidio di Pietro Spineto, il ragazzo morto sabato sera in circostanze non del tutto chiare nello stabile di via Bufale a Torre del Greco (Napoli). Confermata l’ipotesi degli inquirenti ovvero che sia proprio l’uomo il proprietario della pistola con la quale il figlio ha esploso “per errore” un colpo mortale all’amico.

Gaudino, che da giorni risultava irreperibile, ha infatti ammesso di essere il proprietario dell’arma, facendola ritrovare all’interno di una scuola elementare, dove l’aveva occultata. L’uomo, arrestato più volte per spaccio, era già noto alle forze dell’ordine in quanto ritenuto legato al clan di camorra Falanga.

Intanto il figlio 15enne, accusato di omicidio volontario, ieri pomeriggio è stato risentito dagli inquirenti in presenza del suo avvocato, Sergio Lino Morra. Il giovane avrebbe riconfermato quanto già dichiarato, ammettendo di sapere che l’arma trovata nello stabile di via Bufale fosse di proprietà del padre e che fu proprio Pietro ad usarla per primo, esplodendo cinque colpi a vuoto dopo aver tolto il caricatore. L’esito dell’esame dello stub effettuato sul 15enne e sulla vittima, che consente di rilevare la presenza di polvere da sparo sulle mani, potrà chiarire siffatte circostanze.

A.C. Milan facebook

Programmi Tv oggi, mercoledì 12 Agosto 2015: Trofeo Tim e Bluff – Storia di truffe e di imbroglioni

Eventi Roma

Colonia di Laura: per un mese su facebook il diario di una gattara