in ,

Omicidio Pordenone, arma del delitto: finora senza esito le ricerche nel lago

Sono finora senza esito le ricerche in corso da ieri nel laghetto del parco di San Valentino a Pordenone dove, forse in seguito alla segnalazione di un supertestimone, gli inquirenti sperano di trovare la pistola calibro 7.65 con la quale la sera del 17 marzo 2015 Trifone Ragone e Teresa Costanza sono stati brutalmente assassinati all’interno della loro auto.

La squadra dei sommozzatori di Genova, coadiuvata dai carabinieri del Nucleo investigativo di Pordenone e del Ros, è al lavoro da ieri. Cerca nell’acqua torbida e fangosa la presunta arma del delitto usata da un killer esperto che in pochi secondi freddò con 5 proiettili (solo il sesto andò a vuoto) i due fidanzati, nel parcheggio del Palazzetto dello sport “Crisafulli” di Pordenone.

Purtroppo però da quello specchio d’acqua melmosa, profondo pochi metri, non sarebbe emerso niente. Gli inquirenti sono tuttavia ottimisti e contano di proseguire le ricerche benché le condizioni dell’acqua le rendano alquanto difficili. Per ora di quella pistola non v’è traccia.

Michelle Hunziker e Maria De Filippi

Striscia la Notizia anticipazioni: Michelle Hunziker e Maria De Filippi con l’alluce rotto

Champions League Juve napoli

Diritti Champions League, Mediaset Premium: il flop (mascherato) della prima giornata