in ,

Omicidio Pordenone: chi è ‘Raschi’, l’uomo che fece a botte con Trifone prima del delitto?

“Amore, ho fatto a mazzate”. Teresa: “Ma che dici, Amo’. Mi fai preoccupare…”. Trifone: “M’ha crepato (picchiato ndr) Raschi”. Teresa: “???”. Trifone: “Un casino. Zigomo rotto…”. Questo scambio di messaggi via WhatsApp intercorso fra Teresa e Trifone 6 giorni prima che fossero uccisi, potrebbe diventare di centrale importanza nella strategia difensiva di Roberto Rigoni Stern, il legale di Giosuè Ruotolo, che ha annunciato ricorso contro la decisione del Riesame di negare i domiciliari al suo assistito.

Veniamo a conoscenza solo ora della esistenza di questi messaggi, giudicati irrilevanti ai fini delle indagini dagli inquirenti, che tuttavia, nonostante approfonditi accertamenti, non sarebbero riusciti ad identificare il fantomatico “Raschi”, né a trovare riscontri oggettivi della sue esistenza e del presunto pestaggio cui farebbe riferimento Trifone nei messaggi alla fidanzata.

“Raschi è sicuramente una persona, anche se non sappiamo chi sia” – queste le parole dell’avvocato Rigoni Stern riportate da Il Messaggero Veneto –  “Purtroppo solo da poco abbiamo potuto avere a disposizione questi elementi. Pensiamo che quando potremo esaminare le copie forensi emergeranno altri messaggi interessanti. Pensiamo che il fatto che Ragone abbia rivelato alla fidanzata di essere stato picchiato da una persona a noi ignota pochi giorni prima dell’omicidio sia molto rilevante. Una pista trascurata dagli investigatori”.

Per la magistratura, invece, quello scambio tra i fidanzati non sarebbe affatto la prova di una rissa in cui sarebbe rimasto coinvolto Trifone, ma molto più presumibilmente “un combattimento sportivo o simulato, in palestra o in caserma”, scrive Il Messaggero Veneto, che al riguardo ha anche raccolto la testimonianza della madre di Ragone, Eleonora: “Mio figlio non era un facinoroso, non faceva a mazzate per litigare … ‘Raschi’? Potrebbe essere un errore di digitazione o un’italianizzazione di “rasch” che nel nostro dialetto barese indica l’essersi graffiati”.

arese shopping center negozi indirizzo

Arese Shopping Center: quando apre e i negozi del centro commerciale più grande d’Europa

Qual è la città europea del vino 2016

Città Europea del Vino 2016, il titolo torna all’Italia: scoprite chi l’ha vinto