in ,

Omicidio Pordenone, clamorosa menzogna di Giosuè: “Non ho mai conosciuto Teresa Costanza”

Le ultime notizie sull’omicidio di Trifone Ragone e Teresa Costanza riguardano il recente rigetto della istanza di scarcerazione presentata dai legali di Giosuè Ruotolo. Il militare campano 27enne attenderà dunque in carcere il processo che lo vedrà unico indagato e avrà inizio il prossimo 10 ottobre.

Oggi a Pomeriggio 5 si è parlato del caso ed è stato mandato in onda l’audio con video originale dell’interrogatorio di garanzia cui Ruotolo fu sottoposto mesi fa. A commentarlo in collegamento video i genitori di Trifone Ragone. La madre del militare ucciso anche oggi ha ribadito che Giosuè e la fidanzata Rosaria “sono abili mentitori, manipolatori e diabolici”, e ha contestato all’indagato diverse menzogne dichiarate in fase di indagine e anche durante l’interrogatorio di cui in oggetto.

Tra le bugie più eclatanti, secondo i coniugi Ragone vi sarebbe la dichiarazione in cui Ruotolo asserisce di non avere mai conosciuto né parlato con Teresa Costanza, giustiziata con Trifone il 17 marzo 2015. Così Ruotolo nell’interrogatorio: “No, non ho mai conosciuto Teresa Costanza. Venne qualche volta nei mesi in cui lei e Trifone si stavano trasferendo nell’appartamento di via Chioggia, io la intravedevo ma non ho mai approfondito il rapporto. Non ci ho mai parlato, non sapevo nemmeno che faceva …”. Tutte menzogne secondo i genitori di Trifone perché “Teresa andò a vivere in casa loro, nell’appartamento di via Colombo, per due mesi prima di trasferirsi in via Chioggia con Trifone, quindi non è possibile che Giosuè non le abbia mai parlato”.

 

aggiornamento pokemon go news

Pokémon Go APK Android 0.37.1 e iOS 1.7.1: link download nuovo rollout per l’app

Halloween 2016 dove andare: 5 mete per un viaggio spaventosamente unico