in ,

Omicidio Pordenone clamorose indiscrezioni: presto un terzo indagato?

Potrebbe esserci presto una terza persona iscritta nel registro degli indagati nell’ambito delle indagini sull’omicidio di Teresa e Trifone. Ieri il giornalista Gigi Di Meo, direttore dell’emittente televisiva Telepordenone, ha pubblicato un video sulla sua pagina Facebook (che potrete guardare cliccando QUI) per aggiornare in merito all’inchiesta.

Di Meo ha parlato di Giovanni Ruotolo, fratello di Giosuè, commilitone di Trifone Ragone unico sospettato dell’omicidio, e delle presunte false dichiarazioni che avrebbe rilasciato agli inquirenti. Giovanni raccontò infatti che la sera del delitto aveva giocato con Giosuè ad un videogioco online, e di non essere uscito di casa, così come il fratello. Menzogna poi smascherata dagli investigatori, in quanto quella sera Giosuè Ruotolo uscì eccome di casa.

Ebbene, anche Giovanni Ruotolo, che alle 19.15 del 17 marzo (trenta minuti prima che si consumasse il delitto) telefonò a Giosuè, stando alle dichiarazioni di Di Maio potrebbe essere indagato per favoreggiamento e false attestazioni così come Rosaria Patrone, fidanzata di Ruotolo.

Non solo, il direttore di Telepordenone ha informato circa una clamorosa testimonianza di un uomo che alle 19.20 del 17 marzo sostiene di avere visto un’auto identica a quella di Giosuè posteggiata nel parcheggio del Palazzetto dello sport ‘Crisafulli’, dove Teresa e Trifone sono stati barbaramente giustiziati.

L’uomo avrebbe riferito agli inquirenti di trovarsi là in attesa che il figlio minorenne uscisse dalla palestra, e di avere notato nel frattempo qualcuno seduto al posto di guida con la portiera aperta, intento “ad armeggiare con qualcosa in mano”, forse un cellulare. Una testimonianza, questa, che collocherebbe sulla scena del delitto l’indagato, trenta minuti prima che si consumasse il duplice omicidio. Di Meo ha inoltre riferito che Ruotolo era in possesso di 4 telefoni cellulari, e che la sera del delitto uscì di casa solo con quello che solitamente utilizzava per interagire con la fidanzata Rosaria, con la quale in quelle ore ci sarebbe stato un intenso scambio di telefonate e messaggi via WhatsApp.

capodanno

Capodanno 2016, idee frasi e messaggi per un inizio rock e rosa

Offerte di lavoro per infermieri all'estero

Offerte di lavoro per infermieri all’estero: le prime occasioni del 2016