in ,

Omicidio Pordenone news: i carabinieri in caserma da Giosuè Ruotolo

Blitz dei carabinieri, ieri sera, 18 dicembre, nella caserma dove presta servizio Giosuè Ruotolo, il militare campano indagato per l’omicidio di Teresa Costanza e Trifone Ragone. I militari gli hanno sequestrato i nuovi iPad e smartphone che il 26enne ex commilitone di Trifone aveva acquistato, dopo che, iscritto nel registro degli indagati, era stato privato dagli inquirenti del suo pc e cellulare, ancora oggetto di perizie tecniche.

Gli uomini del Nucleo investigativo di Pordenone si sono presentati ieri pomeriggio alla caserma Mittica di Pordenone, dove l’indagato è stato di recente trasferito, con l’ordine di perquisizione firmato dai sostituti procuratori Matteo Campagnaro e Pier Umberto Vallerin. Ne ha dato notizia Il Gazzettino.it.

>>> Leggi tutti gli articoli sul duplice omicidio di Pordenone

Gli inquirenti intendono dunque scandagliare i contenuti dei nuovi dispositivi elettronici in uso al militare di Somma Vesuviana, dopo che dai contenuti di quelli sequestrati a lui e alla fidanzata Rosaria (sospettata di favoreggiamento), sarebbero emerse delle “cancellazioni sospette” di alcune chat, in contemporanea, fatte dalla ragazza e dall’indagato. Il sequestro è stato fatto poco prima che Ruotolo prendesse il treno per tornare in Campania dai familiari, per trascorrere le festività natalizie.

Seguici sul nostro canale Telegram

start up spotify

Spotify Party per iPhone e Android: in famiglia e con gli amici si festeggia con le nuove playlist

nicola savino lascia la rai

Quelli che il calcio anticipazioni puntata 20 dicembre 2015: Giovanni Allevi, Eleonora Pedron e Diego Abatantuono