in ,

Omicidio Pordenone: le telecamere ingannano Giosué, era sul luogo del delitto

Ci sono nuovi sviluppi nelle indagini per l’omicidio di Pordenone. L’indiziato numero uno per l’uccisione di Trifone Ragone e Teresa Costanza resta sempre Giosué Ruotolo, commilitone del malcapitato. La sera del delitto, le telecamere di Telepordenone, hanno inquadrato Giosué sul luogo del delitto, fatto riscontrante con le parole espresse dal commilitone nell’interrogatorio.

Inzialmente, infatti, Giosué aveva affermato di aver passato la serata a casa alle prese con i videogiochi, per smentirsi poi in secondo luogo, affermando che la sera del delitto si era recato in palestra, ma non trovando posto, si era fermato per fare una corsa in strada. Le immagini, invece, hanno incastrato definitivamente Giosué, che quella sera era sul luogo del delitto.

A Mattino Cinque, l’avvocato di Ruotolo, ha confermato la presenza del ragazzo sul luogo del delitto: “Sì, è chiaro che sia stato sul luogo del delitto, ma quello è un posto dove passano molte persone.”

DirettaNizza-Napoli dove vedere in tv e streaming

Ultime notizie Napoli calcio: Insigne e la 10, dibattito fra i tifosi azzurri

Offerte di lavoro per animatori

Offerte di lavoro per animatori 2015-2016, da ScuolaZoo ad ATS