in ,

Omicidio Pordenone news, Giosuè Ruotolo cambia versione: “Vicino al luogo del delitto”

Novità nel caso dell’omicidio di Trifone Ragone e Teresa Costanza, i due fidanzati trovai senza vita a Pordenone lo scorso 17 marzo. L’unico indagato del delitto, Giosuè Ruotolo, pare aver cambiato la sua versione dei fatti: le contestazioni della Procura infatti avrebbero spinto il militare 26enne a ritrattare e a confessare di essere uscito di casa per qualche minuto la notte dell’omicidio e di essersi trovato nei pressi del luogo del delitto.

<<Tutto quello che c’è da sapere sull’omicidio di Pordenone>>

La nuova versione di Ruotolo, come scrive il Corriere della Sera, parrebbe chiarire i due aspetti ancora oscuri della vicenda, ovvero le immagini delle telecamere nella zona del delitto, che hanno ripreso per due volte l’auto dell’indagato e i famigerati 7 minuti di buco, tra un passaggio e l’altro, spiegabili solamente con una sosta nella zona.

“Quella sera non sono stato a casa, ma sono uscito per andare al Palasport. Non mi sono fermato perché non trovavo parcheggio, così ho deciso di andare a correre nella zona” avrebbe affermato il sospettato, aggiungendo che “poi però, a causa del freddo, dopo pochi minuti sono tornato a casa”. Il giovane avrebbe omesso questa versione dei fatti per paura di compromettere l’esame di guardia di finanza.

Concorso OSA 2015

Concorso OSA 2015 a Bolzano: requisiti e scadenze, 70 i posti disponibili

Stradivarius lavora con noi

Stradivarius lavora con noi 2015: offerte di lavoro nella moda a Milano, Roma e altre città