in ,

Omicidio Pordenone news: prende piede la pista Svizzera del traffico illecito di anabolizzanti

Si indaga a tutto campo per il duplice omicidio di Pordenone. La Procura sta cercando di scoprire cosa possa aver spinto il killer a compiere un delitto così efferato, portandolo a giustiziare Trifone Ragone e Teresa Costanza con 5 colpi di pistola sparati a bruciapelo. Del giallo e delle piste battute dagli inquirenti si è parlato nella puntata odierna di Mattino 5, trasmissione Mediaset condotta da Federica Panicucci. È stato sottolineato che nessuna ipotesi è esclusa. Si indaga sul ‘dietro le quinte’ del mondo delle palestre – che le due vittime, soprattutto Trifone, frequentavano assiduamente – e sul traffico illecito di anabolizzanti dalla Svizzera, dove la coppia si recava spesso per allenarsi e per incontrare degli amici.

La pista passionale, che al omento rimarrebbe la più plausibile, in queste ore verrebbe corroborata da alcuni contenuti sospetti rinvenuti dagli investigatori nel cellulare di Teresa alias “Greta”, che per arrotondare l’esiguo stipendio da assicuratrice – “ho tanta necessità di lavorare” scriveva ad un’amica su WhatsApp – la sera faceva la ragazza immagine nei locali notturni e preferiva usare uno pseudonimo.

Vista la loro avvenenza e gli ambienti notturni frequentati, gli investigatori sarebbero portati a pensare che qualcuno abbia voluto uccidere la coppia per vendicarsi. Chi li avrebbe voluti morti? Uno spasimante geloso di Teresa, forse? “Lo sai meglio di me che in questi ambienti bisogna stare attenti”, così scriveva ad un’amica in chat, Teresa Costanza. Oppure il marito di qualche signora invaghitasi del prestante Trifone che, sarebbe emerso dalle indagini, tra le altre cose faceva occasionalmente lo spogliarellista e l’accompagnatore di signore mature?

viaggiare low cost idee in Europa

Viaggiare low cost: le 10 attrazioni da visitare gratis nelle città europee

Belen Rodriguez e Stefano De Martino

Belen Rodriguez Instagram: piccolo incidente per colpa di tre razze