in ,

Omicidio Pordenone news processo: nell’auto di Giosuè c’era una donna?

Su Il Giorno la posizione della difesa di Giosuè Ruotolo, il militare campano 27enne in carcere a Belluno con l’accusa di avere ucciso, il 17 marzo 2015 nel parcheggio del Palazzetto dello sport di Pordenone, il commilitone Trifone Ragone e la fidanzata, Teresa Costanza: “Ruotolo è in carcere senza accuse fondate. Per esempio, una delle persone presenti sulla scena del delitto ha notato che alla guida dell’Audi A3 grigia che, secondo l’accusa sarebbe di Ruotolo, c’era una donna“.

Presunta colpevolezza, quella a carico del militare, ancora tutta da dimostrare secondo il suo legale, Roberto Rigoni Stern, che precisa: “Il dibattimento servirà a fare luce su tante circostanze. Bisognerà fare numerosi chiarimenti in merito agli esiti delle indagini. In primis, non ci sono elementi tali per capire che il veicolo di Ruotolo era presente sulla scena del crimine”. Sarebbero una decina le persone presenti sulla scena del crimine nel momento del delitto, che dovranno comparire davanti al giudice e riferire sotto giuramento cosa davvero avrebbero visto e sentito quella sera. E con esse un altro centinaio di testimoni, depositari di ‘verità’ discordanti, a detta del legale, che con le loro parole potrebbero fare emergere ulteriori incongruenze in merito alla ricostruzione della vicenda omicidiaria.

Ruotolo si dice pronto ad affrontare il processo (la prima udienza sarà celebrata il prossimo 10 ottobre) e continua a dichiararsi innocente – “È una persona convinta della sua onestà e che ha una famiglia alle spalle che lo sostiene. La verità emergerà. Ma non vogliamo condanne preventive sui giornali”, queste le parole del suo avvocato – nonostante la sua ormai ex fidanzata Rosaria gli abbia voltato le spalle, decisa a patteggiare la pena e chiamarsi fuori dalla vicenda, dopo aver fatto una parziale ammissione di colpevolezza rivelando di essere stata a conoscenza (ma di averlo taciuto) delle molestie che Ruotolo avrebbe indirizzato alla fidanzata di Trifone attraverso un finto profilo Fcebook creato da un pc della caserma dove prestava servizio insieme alla vittima.

I personaggi più sfigati delle serie tv: gli uomini delle Gilmore Girls

oroscopo paolo fox segno per segno giugno 2017

Oroscopo affinità segni zodiacali su Whatsapp: Acquario-Vergine, i comportamenti tipici da chat