in ,

Omicidio Pordenone processo Giosuè: ecco chi saranno i testimoni chiave

Tra poco più di un mese – esattamente il 10 ottobre – avrà inizio il processo a carico di Giosuè Ruotolo, il militare campano 27 enne in carcere a Belluno con l’accusa di avere ucciso il commilitone Trifone e Ragone e la fidanzata, Teresa Costanza, freddati a colpi di pistola alla testa la sera del 17 marzo 2015 nel parcheggio della palestra di Pordenone.

Ruotolo – che si dichiara estraneo ai fatti e tramite i suoi legali fa sapere che la sua innocenza emergerà nel processo – dovrà dunque rispondere di duplice omicidio aggravato in Corte d’Assise a Udine.

Leggi anche: Omicidio Pordenone news: Rosaria lascia Giosuè Ruotolo e si prepara al patteggiamento

Intanto Il Gazzettino fa sapere che i due ex coinquilini di Ruotolo, Sergio Romano e Daniele Renna, grazie alla cui seppur tardiva testimonianza (https://urbanpost.it/omicidio-pordenone-giosue-ruotolo-testimonianza-shock-dei-coinquilini-sapevamo-tutto-ma-abbiamo-taciuto/ ) la magistratura ha formulato il capo d’accusa nei confronti di Ruotolo, saranno testimoni al processo. Furono loro infatti a riferire di una rissa scoppiata tra Giosuè e Trifone perché quest’ultimo scoprì i presunti messaggi molesti anonimi inviati da Ruotolo alla fidanzata di Trifone. Non solo, a uno di loro, Sergio Romano, sarebbe stato notificato il provvedimento di congedo dalla Guardia di finanza, dopo il quale “non potrà rientrare nell’Esercito”.

Mostra del Cinema di Venezia 2016, In dubious battle: il trailer del film di James Franco

banksy massive attack

Banksy, dietro la sua firma il leader dei Massive Attack: s’infittisce il mistero dell’identità dell’artista di Street Art