in ,

Omicidio Pordenone, Quarto Grado: Giosuè Ruotolo tornò sulla scena del crimine?

L’assassino di Teresa Costanza e Trifone Ragone tornò sulla scena del crimine? L’ipotesi sarebbe più che fondata, stando alle nuove indiscrezioni sul caso emerse durante la trasmissione Quarto Grado andata in onda oggi, 2 ottobre. Giosuè Ruotolo e i coinquilini si sarebbero recati nel parcheggio della palestra Crisafulli e avrebbero assistito, insieme agli altri spettatori, al rinvenimento dei cadaveri da parte dei carabinieri.

L’attenzione degli inquirenti è sempre più rivolta su Giosuè Ruotolo, il 26enne commilitone di Trifone indagato per il duplice delitto. Giosuè ha sempre raccontato di avere trascorso la serata a casa, la sera in cui i fidanzati furono uccisi, a chattare con la fidanzata e giocare con la Playstation; in realtà secondo gli investigatori si sarebbe assentato da casa per circa venti minuti, il tempo del delitto. Proprio le analisi tecniche sui dispositivi elettronici sequestrati al militare potranno a breve smentire o confermare la sua versione dei fatti. L‘auto del militare campano sarebbe stata immortalata da due telecamere proprio nei minuti immediatamente successivi al delitto. Un’Audi grigia viene ripresa percorrere la strada del centro sportivo Crisafulli esattamente un minuto dopo il delitto, la stessa subito dopo passa per via Colombo, dove abita l’indagato.

Un dettaglio molto importante è emerso al riguardo: il percorso palestra-abitazione di Giosuè Ruotolo si percorre in auto in 2 minuti e 23 secondi, chi quella sera è alla guida di quell’Audi, invece, ne impiega 5 in più. Per gli inquirenti ciò si spiegherebbe con il fatto che l’indagato lungo il tragitto si sarebbe fermato nel parco San Valentino per liberarsi dell’arma del delitto, quella rinvenuta dagli inquirenti due settimane fa.

Siffatta ricostruzione della Procura di Pordenone sarebbe corroborata dalle celle telefoniche agganciate dal cellulare in uso all’indagato, che lo collocherebbero sul luogo del delitto, e nei pressi del laghetto del parco pochi minuti dopo. A carico di Ruotolo, secondo le indiscrezioni emerse durante la trasmissione, anche le testimonianze dei suoi coinquilini i quali ricostruendo la serata del 17 marzo 2015 lo smentirebbero.

"#iostoconglianimali

No alla privatizzazione dei canili di Roma: i vip scendono in campo

wearable progetto

iPhone 7 e il nuovo wearable top secret: il brevetto depositato per ‘Apple ring’