in ,

Omicidio Pordenone: Ruotolo a processo in Corte d’Assise convinto di dimostrare sua innocenza

Il 10 ottobre inizierà il processo a carico Giosuè Ruotolo, che sarà giudicato in Corte d’Assise a Udine con l’accusa di duplice omicidio a carico dei fidanzati Teresa Costanza e Trifone Ragone.

La difesa del militare campano, in carcere a Belluno, non ha dunque optato per il rito abbreviato, convinta di poter dimostrare la sua innocenza (nonostante un dettaglio della sua auto lo collochi sulla scena del crimine all’ora del delitto), e che la sera del 17 marzo 2015 alle 19.47 Ruotolo non si trovasse nel parcheggio del Palasport di Pordenone, dove la coppia è stata giustiziata a colpi di arma da fuoco alla testa.

Il legale di Ruotolo, l’avvocato Roberto Rigoni Stern, dovrà quindi smantellare i capi d’accusa messi in piedi dalla Procura e dimostrare che il suo assistito quella sera si allontanò dal parcheggio prima che si consumasse l’efferato delitto.

bambini camera

Due bambini e una cameretta: come rispettare la privacy tra fratelli

Pensioni 2'17 pensione a 67 anni, sindacati e politica contro l'aumento dell'età pensionabile

Pensione 2016 news esodati: ottava salvaguardia, un nuovo appello al Parlamento per accelerarne l’approvazione