in ,

Omicidio Pordenone: saranno risentiti alcuni testimoni chiave dell’inchiesta

Sequestrati e sotto analisi il sesto telefono cellulare e l’iPad in uso a Giosuè Ruotolo, il militare campano di 26 anni indagato con l’accusa di avere ucciso, il 17 marzo scorso, Teresa Costanza e Trifone Ragone. I dispositivi elettronici Giosuè li aveva acquistati dopo che era stato privato dei suoi dagli inquirenti, che da mesi ormai continuano a scandagliarne messaggi, file e chat convinti che da lì possa arrivare il pezzo mancante del puzzle investigativo che potrà inchiodarlo.

E in effetti la parziale svolta nelle indagini sul duplice delitto di Pordenone è arrivata proprio da computer e cellulari: dalle chat scambiate dal commilitone di Trifone con la fidanzata che sta a Somma Vesuviana, si è arrivati alla iscrizione della stessa nel registro degli indagati. Rosaria Patrone è infatti accusata di istigazione all’omicidio – si parla della richiesta di un presunto delirante “pegno d’amore” chiesto al fidanzato – favoreggiamento e false attestazioni al pm (ricordiamo il falso profilo Facebook nascosto agli inquirenti, dal quale sembra la giovane inviasse sotto falso nome messaggi a Teresa Costanza).

>>> leggi tutto sull’omicidio di Teresa e Trifone

E dopo le indiscrezioni sulla testimonianza di un uomo che avrebbe visto Giosuè Ruotolo accanto al luogo del delitto trenta minuti prima che si consumasse, altre novità arrivano in merito ai testimoni della inchiesta: sembra infatti che i sostituti procuratori che si stanno occupando della indagine abbiano chiesto ai carabinieri di poter riascoltare in audizione alcune persone già sentite nei mesi scorsi. Si tratterebbe di alcuni commilitoni di Giosuè Ruotolo e diversi amici che la coppia frequenta a Somma Vesuviana.

Pensioni 2017 riscatto gratuito della laurea e bonus donne

Riforma pensioni 2016 ultime novità: pensione anticipata e Quota 96, requisiti per andare in pensione dal 2016

uomini e donne over

Uomini e Donne Trono Over: Giorgio Manetti e Gemma Galgani di nuovo insieme?