in ,

Omicidio Pordenone ultime news: Teresa e Trifone pedinati? Al vaglio tutti i video

Elementi utili potrebbero emergere dalla analisi dettagliata dei video delle telecamere di sorveglianza piazzate a Pordenone, da giorni al vaglio degli inquirenti impegnati a far luce sull’omicidio di Trifone Ragone e Teresa Costanza. Quattro i testimoni chiave dell’inchiesta che – è stato messo a verbale – sostengono di aver sentito dei rumori “simili a dei mortaretti” ma di non aver visto nessuna persona sospetta aggirarsi nel parcheggio del centro sportivo in cui il 17 marzo scorso i due fidanzati hanno trovato la morte. Possibile che nessuno abbia notato niente? Il settimanale Giallo sostiene al riguardo che “secondo gli inquirenti i testimoni continuano a nascondersi per paura di possibili ritorsioni” e che qualcuno sappia ma non parli.

Oltre al video in cui si vede Teresa a bordo della Suzuki Alto di colore bianco, percorrere alle 8 del mattino viale Venezia, da Cordenons (dove ha sede la caserma De Carli dove lavorava Trifone) verso Pordenone, anche i passaggi di altre auto sarebbero al vaglio degli investigatori. Il killer dei due fidanzati, infatti, stando alle ipotesi della Procura stava appostato da almeno un’ora nel parcheggio della palestra, la sera dell’omicidio, in attesa che Teresa e Trifone uscissero. Ciò porterebbe a non escludere che l’assassino tenesse da tempo sott’occhio le sue vittime, seguendole e pedinandole da giorni e nelle ore immediatamente precedenti al delitto.

I militari dell’Arma hanno già visionato le riprese relative all’ultima giornata della coppia, indirizzando l’attenzione su tutte le auto che seguivano, precedevano e/o accostavano la vettura di Teresa e Trifone durante i loro tragitti, il giorno in cui persero la vita.

moda curvy friendly outfit

Tendenze moda 2015: la classifica degli outfit curvy friendly per una comoda primavera estate 2015

selvaggia lucarelli silvia sardone

Selvaggia Lucarelli Facebook: attacco ad Alex Belli