in

Omicidio Renata Rapposelli, figlio scrive un libro in carcere: «Ormai sono morto»

Omicidio Renata Rapposelli: il figlio Simone Santoleri, in carcere con l’accusa di avere assassinato la madre con la complicità del padre Giuseppe, ha scritto un libro. «Quando mi hanno trasferito dal carcere di Lanciano a quello di Pescara i momenti di sconforto sono sempre maggiori. Ormai sono morto, tutta la mia vita è stata cancellata e la mia morte renderebbe felici tutti. Preso il mostro farà presto quello che è giusto, non servono processi, ormai è ergastolo, quindi si soffrirà molto meno con la mia ‘soluzione’. Come ultimo desiderio chiedo di poter salutare mia figlia, tutto qui, ora dovrà solo trovare le forze e il coraggio di togliere il disturbo».

Simone Santoleri scrive un libro in carcere

Accusato di avere strangolato la madre nella sua casa di Giulianova in provincia di Teramo (Abruzzo), nel pomeriggio del 9 ottobre 2017, attraverso una lettera al Messaggero, l’uomo dal carcere di Castrogno era stato trasferito a Lanciano dopo una violenta lite con due detenuti che a suo dire gli avrebbero estorto delle confidenze relative al delitto della madre, trovata cadavere tempo dopo l’omicidio nei pressi del torrente Chienti.

morte renata rapposelli news

«Ormai sono morto»: il figlio di Renata Rapposelli rompe il silenzio

Simone ha detto poi di aver ricevuto conforto dal cappellano del carcere, don Bruno, e deciso di frequentare corsi di catechismo. Secondo quanto trapela avrebbe iniziato a scrivere la storia della sua vita fino all’età di 40 anni e starebbe cercando un editore «interessato a questa vita assurda che il destino ha voluto riservarmi. Oggi ho 45 anni e quando avrà la condanna ‘fine pena mai’, mi sarà tolta ogni speranza ma quello che sto scrivendo è sicuramente interessante. In cella con me c’è un detenuto che ha avuto la stessa idea e lui un editore l’ha già trovato. Se poteste aiutarmi, è il mio ultimo desiderio, mi dareste un attimo di felicità». Nessuna ammissione di responsabilità, quindi, circa l’omicidio della madre.

Potrebbe interessarti anche: Omicidio Renata Rapposelli: tre prove inchiodano figlio ed ex marito, cosa è emerso al processo

Capodanno 2020

Capodanno 2020, ecco cosa faranno i politici italiani

emma marrone instagram

Emma Marrone Instagram, una tigre dopo tutto: «Io non lo voglio un nuovo anno migliore»